Ars, XV legislatura voto "a perdere" - QdS

Ars, XV legislatura voto “a perdere”

Giovanna Naccari

Ars, XV legislatura voto “a perdere”

martedì 07 Agosto 2012 - 04:00

2008-2012. Il voto del “QdS” al Parlamento siciliano
Riforme affossate. Il metodo di calcolo della pensione degli ex regionali impoverisce le casse della Regione che incassa appena un terzo in contributi rispetto a quanto elargisce
Privilegi duri a morire. Nessuno dei 90 deputati ha proposto un Ddl per abrogare l’equiparazione al Senato e, di conseguenza, il taglio incisivo degli stipendi di deputati e dipendenti Ars

Palermo – Riforme per tagliare la spesa pubblica, trasparenza per avvicinare il cittadino ai palazzi del potere e ripristino dell’Alta Corte.
Sono alcuni dei temi che il Quotidiano di Sicilia pubblica dall’inizio della legislatura come “promemoria” per i parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana (alcuni degli argomenti sono stati oggetto di interviste ai capigruppo).
Secondo la linea editoriale del giornale i tre punti indicati potrebbero ridurre maggiormente i costi, avvicinare la politica al cittadino e, in armonia con la Costituzione, garantire le prerogative dell’Autonomia siciliana. Ora che l’Ars ha chiuso i battenti, proviamo a tracciare un bilancio degli obiettivi raggiunti.

Riforme
In tema di riforme, il primo punto segnalato dal QdS riguarda l’abrogazione della legge regionale 44/65 che stabilisce l’equiparazione del trattamento giuridico ed economico dei deputati e dei dipendenti dell’Ars ai senatori ed ai dipendenti del Senato. La norma in vigore ci sembra un “privilegio”, dal momento che non esiste nelle altre regioni. (continua)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684