Lombardo: “Otto milioni di euro per i consulenti non è molto” - QdS

Lombardo: “Otto milioni di euro per i consulenti non è molto”

Andrea Carlino

Lombardo: “Otto milioni di euro per i consulenti non è molto”

mercoledì 03 Ottobre 2012 - 07:00

Nega l’evidenza: “Non abbiamo assunto nessuno. Crisi della Regione solo di liquidità”. Il presidente della Regione respinge le accuse su rischio default

PALERMO – Dopo due mesi di silenzio, il dimissionario presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ritorna a parlare: Lombardo è intervenuto alla prima edizione del Festival della Politica, organizzato nell’ambito del Festival della Legalità con la collaborazione di Confindustria Palermo.
Per il fondatore del Mpa è stata l’occasione per fare un bilancio dei quattro anni di legislatura e per rispondere alle critiche piovutegli sul proprio operato. “Voti ai miei assessori? Caterina Chinnici ha lavorato con signorilità, dolcezza, bravura e stile. E’ stato bravissimo anche nella sua attività legislativa. Gaetano Armao è un grande lavoratore, che ha portato ordine nei nostri conti. Andrea Vecchio? E’ stato divertente, per molte cose. A un certo punto ha scoperto che le cose non andavano. Massimo Russo è scomparso dalla scena politica? Meglio così: non credo fosse attrezzato per questo. Lino Leanza? Ha fatto il suo lavoro anche lui, è uno molto attivo”.
Poi si passa ad analizzare la grave crisi economica: “La Sicilia è in condizione di difficoltà fuori dal comune, ma all’interno di una crisi generale. Da Monti, però, non ho mai avuto alcuna sollecitazione per le dimissioni. La crisi della Regione è solo una crisi di liquidità. C’è un accordo col governo nazionale, è già sul tavolo del ministro Grilli: è una deroga al patto di stabilità che ci consentirà di intervenire per alcune emergenze come quelle riguardanti la Formazione e i finanziamenti alle imprese. Questo accordo mi risulta che sia sul tavolo del ministro da 15 giorni, e mi pare strano che ancora non sia stato firmato”.
Sulle assunzioni “facili”, Lombardo nega le accuse: “Siamo stati attaccati anche sui Forestali, su assunzioni che non abbiamo mai fatto. Non abbiamo assunto nessuno in quattro anni e mezzo. Noi abbiamo trovato oltre 19 mila dipendenti regionali. Alcuni sono andati in pensione, e adesso ci sono poco più di 16 mila dipendenti”:
Sulle consulenze, il presidente della Regione smentisce i numeri: “Abbiamo speso oltre otto milioni in quattro anni, per un bilancio di 27 miliardi? Non è un numero altissimo. Spesso sono scelti tra le persone più vicine, piuttosto che tra i più bravi. Ma alcuni esterni, come il ragioniere generale Bossone, il segretario generale Monterosso e la dottoressa Li Calzi sono stati apporti molto utili, indispensabili”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684