Incidente con auto straniera. C’è l’Ufficio centrale italiano - QdS

Incidente con auto straniera. C’è l’Ufficio centrale italiano

redazione

Incidente con auto straniera. C’è l’Ufficio centrale italiano

martedì 12 Marzo 2013 - 00:00
Incidente con auto straniera. C’è l’Ufficio centrale italiano

L’Uci fa da intermediario per ottenere il risarcimento dei danni

CATANIA – Ogni anno, in particolare nei periodi di vacanza, circolano sulle strade italiane tanti veicoli stranieri; può, quindi, succedere che un’auto italiana venga, purtroppo, coinvolta in un incidente con una vettura straniera.
Che fare in questi casi? Come si può ottenere il risarcimento dei danni? Ecco alcuni consigli.
Prima di tutto è bene sapere che in Italia esiste un Ufficio che si occupa proprio di aiutarci in questi casi: si tratta dell’UCI (Ufficio Centrale Italiano).
Pertanto, se abbiamo avuto un incidente con un veicolo straniero in Italia, bisogna inviare una lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’UCI, indicando ogni dato utile a rendere più agevole e più veloce il lavoro di questo apposito Ufficio.
In particolare nella lettera vanno indicati i seguenti dati:
– nazionalità e targa del veicolo estero;
– caratteristiche, marca e modello del veicolo estero;
– cognome, nome e indirizzo del proprietario e del conducente del veicolo estero;
– nome della compagnia di assicurazione del veicolo estero;
– estremi dell’autorità eventualmente intervenuta dopo l’incidente (Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Municipale, ecc.);
– copia della constatazione amichevole d’incidente (modulo CID), se disponibile;
– copia della Carta Verde esibita dal conducente del veicolo estero, se disponibile;
– descrizione dell’incidente.
Se l’incidente ha provocato danni a veicoli o cose, occorre indicare il luogo, i giorni e le ore in cui le cose danneggiate sono disponibili per l’ispezione diretta ad accertare l’entità del danno.
Se l’incidente ha provocato lesioni personali, occorre indicare l’età, l’attività il reddito, l’entità delle lesioni, l’attestazione medica comprovante l’avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti.
L’UCI, in base ai dati forniti nella lettera di risarcimento, provvederà ad incaricare della trattazione del sinistro il corrispondente nominato dalla Compagnia di assicurazione.
Sul sito dell’UCI (www.ucimi.it) si possono trovare tanti consigli per ottenere il risarcimento dei danni anche nel caso ci sia invece capitato di subire un incidente stradale all’estero.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684