Agrigento - Crollo di un’abitazione a Naro, torna la paura - QdS

Agrigento – Crollo di un’abitazione a Naro, torna la paura

redazione

Agrigento – Crollo di un’abitazione a Naro, torna la paura

giovedì 14 Marzo 2013 - 00:00
Agrigento – Crollo di un’abitazione a Naro, torna la paura

L’incidente nella stessa zona della frana datata febbraio 2005

NARO (AG) – Una casa è crollata all’alba di ieri mattina e un uomo di 63 anni è rimasto intrappolato tra le macerie prima di essere estratto vivo dai Vigili del fuoco. L’edificio crollato si trova in via Vanelle, stessa strada interessata il 4 febbraio del 2005 da una frana. L’anziano rimasto coinvolto nel crollo ha riportato numerose ferite agli arti ma, cosciente, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Canicattì.
Il pensionato è stato investito dal crollo del soffitto del primo piano della sua abitazione e raggiunto dalla valanga di detriti mentre dormiva. Il crollo si è verificato poco dopo le 4, ma l’allarme è stato lanciato soltanto dopo le sei quando l’uomo è riuscito, gridando, a farsi sentire dai vicini di casa.
Nell’area della frana del 2005, intanto, è riesplosa la paura e i residenti – vi abitano ancora una quindicina di famiglie – hanno chiesto interventi urgenti per evitare che si verifichi una disgrazia.
Il sindaco Pippo Morello ha cercato di gettare acqua sul fuoco, specificando come “il fabbricato crollato in vicolo Castello II non ricade nella cosiddetta ‘linea rossa della frana’, che interessa soprattutto via Vanelle, dove sono già state effettuate numerose demolizioni, mentre altre saranno effettuate a breve, essendo già stato sottoscritto il relativo contratto d’appalto, attualmente in corso di registrazione".
"Il fabbricato – ha aggiunto – è crollato a causa di infiltrazioni d’acqua dovute alla grondaia otturata e a causa della mancanza di lavori di manutenzione. Urgentemente ci occuperemo di eliminare le restanti parti pericolanti, di rimuovere i cumuli di detriti e di mettere in sicurezza la zona”.
“I tecnici – ha concluso il sindaco – stanno valutando la possibilità di una variante al progetto di lavori di demolizione delle case pericolanti di via Vanelle, in modo da includervi anche il fabbricato che ha ceduto ieri notte".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684