Priorità a iniziative a favore dei giovani - QdS

Priorità a iniziative a favore dei giovani

Grazia Ippolito

Priorità a iniziative a favore dei giovani

sabato 29 Agosto 2009 - 00:00

Forum con Francesco Arezzo di Trifiletti, governatore Rotary club, distretto Sicilia - Malta
 

Quali sono i principali obiettivi che il vostro distretto intende realizzare nel corso dell’anno sociale 2009 – 2010?
“Negli anni precedenti, ogni governatore appena insediato ha sintetizzato in uno slogan il proprio obiettivo per il nuovo anno sociale. Io ho preferito rinunciare all’identificazione di uno slogan, ho deciso di non scegliere un tema specifico: il mio obiettivo è quello di far lavorare la macchina distrettuale in maniera efficiente, facendo funzionare anche quelle parti della macchina che finora hanno stentato. Per questo ho ridotto di circa il 50% il numero delle Commissioni, mantenendo solo quelle che realmente lavorano in maniera produttiva. Con regolare periodicità, inoltre, controllo e monitoro personalmente l’attività delle Commissioni in modo da verificarne il corretto allineamento agli obiettivi del Rotary International e del nostro distretto”.
Quali sono le iniziative su cui il vostro distretto intende porre maggiore attenzione?
“Innanzitutto voglio valorizzare al massimo tutte le iniziative riguardanti i giovani, in modo da coinvolgerli maggiormente nelle attività del distretto e di contribuire alla loro crescita culturale e professionale. Il Rotary International promuove il cosiddetto Ryla (Youth Leadership Awards): un programma di formazione rivolto ai giovani che si prefigge di sviluppare nei ragazzi le qualità di leadership, il senso di responsabilità civica e la crescita personale. Il Ryla del nostro distretto si svolge a Erice: per una settimana i ragazzi seguono un seminario di formazione a cui prendono parte psicologi, educatori e professionisti che a vario titolo trasmettono ai ragazzi il loro bagaglio culturale e la loro esperienza. Il Ryla di Erice è un fiore all’occhiello del nostro distretto. Contiamo inoltre di realizzare, a Ragusa, un Ryla internazionale a cui parteciperanno due giovani appartenenti a ciascuno dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Oltre al Ryla, un altro programma importante, finora poco valorizzato dal nostro distretto, è lo Scambio Giovani: la possibilità per gli studenti di svolgere attività formative all’estero in modo da migliorare la conoscenza della lingua straniera e di fare un’esperienza importante per la propria crescita personale e per la crescita culturale di tutto il nostro territorio. Durante lo scorso anno sociale, solo tre ragazzi del nostro distretto hanno partecipato all’iniziativa: conto, per l’anno sociale in corso, di coinvolgere almeno 15 – 20 giovani e far sì che questo numero possa crescere progressivamente negli anni successivi. Per favorire il raggiungimento di tale obbiettivo, ho istituito un’apposita commissione, costituita da membri scelti personalmente da me per garantirne il corretto funzionamento”.
Uno degli obiettivi principali del Rotary International è quello di sradicare la poliomelite dal mondo. In che modo?
“La raccolta fondi per la lotta alla poliomelite è il primo obiettivo del Rotary International e il primo obiettivo del nostro distretto. Negli anni, grazie al prezioso contributo di tutti i club attivi a livello mondiale, sono stati fatti notevoli progressi in tal senso. La malattia è stata quasi debellata in India. Le altre aree su cui dobbiamo agire sono l’Afghanistan, il Pakistan e la Nigeria: il principale ostacolo, in queste zone, è rappresentato dalle guerre locali. Siamo addirittura costretti a pagare le autorità locali perché sospendano la guerra per 15 – 20 giorni in modo da permetterci di somministrate il vaccino contro la poliomelite. Bill Gates, attraverso la Fondazione Bill e Melinda Gates, si è impegnato a donare al Rotary 255 milioni di dollari per la lotta contro la Polio, a condizione che il Rotary, da parte sua, versi 300 milioni di dollari nell’arco di tre anni. Per quanto riguarda l’attività del mio distretto, mi sono impegnato a raccogliere, entro la fine del mio mandato, 100 mila euro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684