Lavoro: Confindustria Siracusa, attivare spesa pubblica, puntare su turismo e agroalimentare - QdS

Lavoro: Confindustria Siracusa, attivare spesa pubblica, puntare su turismo e agroalimentare

Lavoro: Confindustria Siracusa, attivare spesa pubblica, puntare su turismo e agroalimentare

martedì 03 Luglio 2018 - 00:00
"Bisogna attivare la spesa pubblica legata ai fondi comunitari sia per interventi infrastrutturali che per le imprese. Perché sono le imprese il motore dell’economia".
Il presidente di Confindustria Siracusa, Diego Bivona, invita a difendere il lavoro e soprattutto "chi oggi il lavoro lo dà".
"I dati elaborati dal nostro Centro Studi parlano chiaro: tra il 2008 ed il 2016 la Sicilia ha perso il 13,2 per cento del pil. Dal 2002 oltre 172 mila giovani tra i 18 e i 34 anni hanno lasciato la Sicilia e tra questi 52 mila erano laureati. La conseguenza, oltre che in termini di perdita finanziaria, è il forte depauperamento del nostro capitale umano: ci stiamo giocando il futuro", spiega.
Secondo Bivona la provincia di Siracusa ha grandi opportunità legate al turismo e all’industria agro-alimentare, ma occorre "una seria politica turistica che superi il "turismo fai da te" strutturando una "industria dell’ospitalità" che guardi all’offerta turistica complessiva e ai servizi di accoglienza adeguati".
"Le nostre produzioni agro-alimentari – aggiunge – vanno aiutate ad organizzarsi per filiera, rafforzando le produzioni e la commercializzazione, in modo da raggiungere sempre più i mercati internazionali".
"Occorre – conclude Bivona – sbloccare e realizzare gli investimenti pubblici per ridare fiato ai comparti delle costruzioni edili, meccaniche, tecnologiche e di servizi: stare a fianco delle Amministrazioni locali, regionale e nazionale per vedere finalmente il superamento degli intoppi o lungaggini burocratiche".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684