Libero mercato dell'energia o servizio di maggior tutela, quale scegliere? - QdS

Libero mercato dell’energia o servizio di maggior tutela, quale scegliere?

Simona Torrettelli

Libero mercato dell’energia o servizio di maggior tutela, quale scegliere?

lunedì 26 Agosto 2013 - 00:00
Libero mercato dell’energia o servizio di maggior tutela, quale scegliere?

Per attivare la fornitura luce e gas, i consumatori possono scegliere tra il libero mercato o il servizio di maggior tutela, in base alle loro esigenze

I consumatori da qualche anno hanno la possibilità di scegliere a quali fornitori energia elettrica e gas rivolgersi per attivare le utenze di casa. Se qualcuno ha già fatto la propria scelta, altri sono ancora indecisi e disorientati dall’ampia gamma di offerte provenienti dagli operatori del settore.
Come scegliere tra il libero mercato dell’energia, dove sono attivi tutti i principali operatori, da Eni a Sorgenia, e il servizio di maggior tutela? Ecco le principali differenze tra i due regimi di fornitura.
Mercato libero
La rete di distribuzione è suddivisa in aree, ognuna di esse gestite da un distributore. Nell’area operano più operatori del settore (luce o gas) che si occupano della fornitura diretta alla clientela. Il cliente ha la possibilità, senza alcun vincolo se non quello imposto di volta in volta dal contratto stipulato, di scegliere la miglior offerta e cambiare gestore ogni qual volta lo ritiene necessario.
Gli operatori sono obbligati a rispettare un determinato codice di condotta commerciale, emanato dall’Aeeg (Autorità per l’energia elettrica e il gas), che comporta la regolamentazione delle offerte commerciali sotto il profilo di informazione e trasparenza. Una bolletta trasparente, per quanto riguarda costi e prezzi, aiuta il consumatore a scegliere con consapevolezza quale tipologia di fornitura è più adatta alle sue esigenze.
Servizio di maggior tutela
Cosa succede ai clienti che hanno scelto di non passare al mercato libero o sono ancora indecisi sulla scelta? Alle loro forniture viene applicato il servizio di maggior tutela, che consiste in un servizio in cui le condizioni contrattuali ed economiche vengono stabilite dall’Autorità con aggiornamento trimestrale.
A differenza del mercato libero, nel servizio di maggior tutela le condizioni economiche vengono stabilite in via amministrativa, mentre nel mercato libero si adattano in base alle esigenze del consumatore finale. Passare al libero mercato, sfruttando le offerte a volte più vantaggiose degli operatori, non comporta l’obbligo di restarvi. Il cliente, infatti, ha il diritto di ritornare al servizio di tutela, senza incorrere in nessun costo supplementare.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684