Comuni: Palermo; 850 famiglie in sanatoria per case Iacp - QdS

Comuni: Palermo; 850 famiglie in sanatoria per case Iacp

Comuni: Palermo; 850 famiglie in sanatoria per case Iacp

martedì 04 Settembre 2018 - 00:00
"Sono circa 850 le famiglie che solo a Palermo hanno già avviato il percorso di regolarizzazione previsto dalla recente normativa regionale per la sanatoria delle occupazioni di immobili Iacp. Ciò dimostra che in una realtà come quella di Palermo e più in generale come quella della Sicilia, il problema delle occupazioni si pone in modo evidente non in un contesto di ordine pubblico o di tutela della proprietà, ma nel più ampio problema del diritto alla casa e all’abitare".
Lo dicono il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’assessore alla Cittadinanza Solidale, Giuseppe Mattina.
"Se in tante realtà del nord – aggiungono – il fenomeno riguarda infatti in larga parte edifici privati, a Palermo e in Sicilia riguarda quasi esclusivamente immobili pubblici, per lo più appunto degli Istituti case popolari. E’ una situazione che ha portato la Regione a farsi parte attiva, su nostra proposta, di un percorso di vera e propria mediazione sociale, con il riconoscimento legale della titolarità per quegli abusivi ‘storici’ di immobili popolari, che hanno comunque i requisiti di legge per l’assegnazione".
"Momenti – affermano ancora – di dialogo e confronto con il governo nazionale sul tema complessivo del diritto alla casa sono certamente necessari, così come lo sono su quello, altrettanto delicato nel nostro contesto, della occupazione di beni confiscati alla mafia. A Palermo, fra i beni assegnati all’amministrazione comunale, in questo momento pochi sono occupati (tra cui quello di via Emma e per il quale sono state avviate le procedure per lo sgombero), ma – concludono – resta l’importanza di dare un segnale forte da parte dello Stato affinché questi beni siano disponibili per la collettività, per l’emergenza abitativa e per finalità sociali, assegnati a enti e cittadini aventi i requisiti di legge".

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684