Polizza rc auto in calo di 0,36%, ma in Sicilia troppi senza tagliando - QdS

Polizza rc auto in calo di 0,36%, ma in Sicilia troppi senza tagliando

Simona Torrettelli

Polizza rc auto in calo di 0,36%, ma in Sicilia troppi senza tagliando

giovedì 19 Settembre 2013 - 00:00
Polizza rc auto in calo di 0,36%, ma in Sicilia troppi senza tagliando

Nonostante la polizza rc auto costi di meno, nell'Isola ancora troppi automobilisti circolano senza tagliando

La situazione economica di certo non aiuta le famiglie italiane, che fanno sempre più fatica a sostenere le spese, soprattutto quelle inerenti alla gestione dell’auto. Nonostante ci si impegni nel confronto delle assicurazioni auto migliori, queste gravano pesantemente sul budget degli italiani.
I dati Istat confermano tuttavia, anche per il mese di luglio, un calo delle tariffe dello 0,36% rispetto al mese precedente. Le polizze Quixa, Direct Line, Genialloyd e quelle di tutte le altre maggiori compagnie si sono abbassate dell’1,4% dal novembre 2012. Sarà sufficiente a riportare gli autmobilisti “infedeli” a più miti consigli?
Non in Sicilia, a quanto sembra. Sull’isola si assiste ad un peggioramento della situazione, ovvero a un aumento degli autoveicoli circolanti con tagliando scaduto o addirittura assente. I recenti controlli a tappeto della Polizia Stradale hanno messo in luce che la maglia nera delle province più indisciplinate spetta a Messina e Palermo.
Eppure la Sicilia, grazie allo Statuto Speciale, è una delle regioni in cui l’aliquota della polizza auto non può superare per legge il 12,5%, al contrario di quanto sta accadendo nelle altre province italiane. Insomma, i prezzi scendono, le tasse non possono superare una certa soglia, ma le polizze regolari sono sempre meno: crisi economica o cattivo senso civico?
Quale che sia la risposta, la criticità della circolazione stradale in Italia, dove le tariffe assicurative toccano record a livello europeo, è una vera e propria emergenza. Oltre 4 milioni di mezzi circolano senza la copertura assicurativa, mettendo a rischio la propria e l’altrui incolumità.
I controlli proseguiranno, non solo in Sicilia, e i trasgressori saranno puniti con sanzioni da 850 a 3400 euro, oltre al ritiro e sospensione della patente in caso di circolazione con tagliando falso.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684