Catania - Allarme edilizia: l’autunno sarà nero - QdS

Catania – Allarme edilizia: l’autunno sarà nero

redazione

Catania – Allarme edilizia: l’autunno sarà nero

venerdì 20 Settembre 2013 - 05:00
Catania – Allarme edilizia: l’autunno sarà nero

I sindacati denunciano l’indifferenza delle istituzioni: hanno fatto solo grandi dichiarazioni. Cgil, Cisl e Uil: “A giorni in migliaia senza occupazione e abbandonati”

CATANIA – “Ci ritroveremo a giorni con migliaia di edili senza occupazione, senza nessun reddito e totalmente abbandonati al loro destino. Sarà un autunno nero. Non possiamo limitarci, seppure si tratti di manifestazioni sincere, al dolore ed alla solidarietà”. Lo scrivono in una lettera aperta i segretari generali degli edili (Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil) di Catania Claudio Longo, Nunzio Turrisi e Francesco De Martino all’indomani delle “dichiarazioni di lutto, sgomento e solidarietà” in seguito al suicidio dell’operaio disoccupato 62enne di Santa Maria di Licodia.
I sindacalisti denunciano l’indifferenza delle istituzioni locali, regionali e nazionali, “’che, al di là delle grandi dichiarazioni, di fatto hanno lasciato il settore nel totale abbandono”.
Le tre segreterie chiedono alle istituzioni di “non tergiversare più e di avviare subito tutti gli atti e adempimenti per fare ripartire le opere pubbliche, senza le quali non si può parlare di sviluppo”. La richiesta é anche quella di una “maggiore determinazione, impegno e responsabilità di tutti. La nostra provincia e la nostra città – scrivono i tre segretari – hanno bisogno di opere infrastrutturali, indispensabili per lo sviluppo e per il rilancio dell’occupazione. Le sole buone volontà e gli annunci non bastano più. Migliaia di lavoratori edili – aggiungono – sono ormai senza lavoro, gli ammortizzatori sociali non bastano e per molti di loro sono in scadenza o peggio ancora, sono già scaduti”.
Le tre sigle rivendicano “il diritto al lavoro, con soluzioni immediate, precise e concrete” sostenendo che “Catania ha bisogno di dare risposte esaurienti” e chiedendo all’amministrazione comunale di comunicare a che punto è l’avvio delle opere edili programmate negli anni scorsi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684