Caltanissetta - Tribunale di Gela, via alla Carta dei servizi - QdS

Caltanissetta – Tribunale di Gela, via alla Carta dei servizi

Liliana Blanco

Caltanissetta – Tribunale di Gela, via alla Carta dei servizi

martedì 01 Ottobre 2013 - 13:00
Caltanissetta – Tribunale di Gela, via alla Carta dei servizi

Particolare risalto è stato dato anche all’ideazione e creazione del Bilancio sociale e del sito web. L’Ente gelese fa il conto della propria pianta organica e del lavoro svolto finora

GELA (CL) – Il Tribunale di Gela si “scannerizza”, in una mega foto a 3000 pixel che compongono il puzzle dell’attività in ogni sua componente. La presentazione delle Carte dei servizi, Bilanci sociali e siti web del Tribunale e della Procura della Repubblica di Gela è avvenuta in occasione dell’inaugurazione del progetto Best practice negli Uffici giudiziari approda al Tribunale di Gela. Il 26 settembre 2013 sono state illustrate le caratteristiche e gli obiettivi del progetto nonché i principali risultati ottenuti rispettivamente dai due uffici.
Particolare risalto è stato dato all’ideazione e creazione della Carta dei servizi, del Bilancio sociale e del sito web rispettivamente del Tribunale e della Procura della Repubblica. È auspicio che questi prodotti possano avere ricadute positive sul territorio, in termini di informazione, comunicazione e interazione. Attraverso questi nuovi strumenti sarà, infatti, più agevole la conoscenza dell’attività, dell’organizzazione e dei risultati ottenuti dal Tribunale e dalla Procura della Repubblica di Gela. La Carta dei servizi contiene l’identità di un Ente che in vent’anni di attività ha lavorato sul filo del rasoio, sempre con poco personale e un grande carico di pratiche, quasi sempre evase al 100%, tanto da ottenere il plauso dal ministero di Grazia e giustizia che lo ha salvato dalla politica dei tagli che in Sicilia ha fatto tante “vittime” fra i tribunali minori.
Oggi il Tribunale si presenta così: completa la pianta organica della Procura della Repubblica con 1 Procuratore e 5 sostituti. Il personale giudiziario è composto da 13 unità: 1 presidente e 12 giudici con zero posti vacanti. Non così rosea è la situazione dell’amministrazione: 23 posti occupati rispetto ai 33 previsti in pianta organica. Le aliquote di polizia giudiziaria sono pari a 23 unità (5 Cc, 2 GdF, 6 Ps; 5 Pm, 3 Corpo forestale e 2 Capitaneria di porto). L’attività penale del 2010 era pari a quasi 7000 procedimenti,esaurita al 100%.
Nel 2011 su 6300 procedimenti ne sono stati esauriti il 95%; nel 2012 su 6100 procedimenti la percentuale è del 89,84% a causa del grosso carico di lavoro. Il tutto in soli 6 mesi. L’attività davanti al giudice di pace va dal 92% delle pratiche evase nel 2010 al 101% nel 2012. I certificati amministrativi rilasciati sono stati 24.840 nel 2010; 24.653 nel 2011 e 21.123 nel 2012. Nella carta dei servizi figurano i numeri di tutti i tipi di reato previsti e giudicati: spiccano i furti in abitazione 1080 negli ultimi tre anni, e i furti di auto (1020). Scende la parabola degli abusi edilizi: dai 206 del 2010 ai 50 del 2012.


L’analisi di spese e onorari e anche le assenze del personale

GELA (CL) – Fra le voci anche i bilanci sulle spese e onorari e sulle assenze del personale. Le spese nel 2010 si aggiravano intorno ai 412 mila euro, con un picco di 714 mila l’anno successivo e un minimo di 238 dell’anno scorso. Gli onorari 211 mila ( 2010), 169 (2011) e 160 mila (2012). La Regione Siciliana, attraverso il progetto di “Rafforzamento delle capacità d’azione delle autorità per l’amministrazione della giustizia della Regione Siciliana”, ha inteso fornire ai Tribunali di Gela, Modica e Sciacca e alle Procure di Caltagirone, Gela e Sciacca un contributo all’evoluzione dell’organizzazione giudiziaria, affinché questa possa rispondere al meglio alle esigenze della cittadinanza e dei diversi utenti, nell’ottica del new public management, e con il proposito di giungere a risultati d’eccellenza. Si realizza così un altro passo nel segno di una visione efficace del servizio giustizia e dell’interazione tra gli Uffici giudiziari e il contesto in cui si collocano. (lb)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684