L’inverno europeo tra mercati e luminarie. Voglia di presepi, decorazioni e artigianato - QdS

L’inverno europeo tra mercati e luminarie. Voglia di presepi, decorazioni e artigianato

Nicoletta Fontana

L’inverno europeo tra mercati e luminarie. Voglia di presepi, decorazioni e artigianato

venerdì 01 Novembre 2013 - 08:00
L’inverno europeo tra mercati e luminarie. Voglia di presepi, decorazioni e artigianato

Dalla Liguria a Friburgo si prepara un Natale all’insegna della tradizione, le città mettono in mostra le proprie peculiarità

I caldi colori dei borghi della Liguria si scaldano ancor di più durante il periodo natalizio, quando la sua tipica atmosfera mediterranea lascia spazio ai numerosi mercatini, ai concerti e alle cerimonie tradizionali, attraverso un calendario ricco di eventi e manifestazioni.

Pentema, nell’entroterra genovese il paese si trasforma in una grande rappresentazione di vita contadina ricordando un presepe vivente.

Ad Albisola Superiore la chiesa di San Matteo ospita un presepe meccanizzato artistico per la gioia dei più piccini, mentre nelle 5 terre non si può mancare l’appuntamento con il caratteristico presepe del Tellaro (SP) dove, da 40 anni , luci, colori e musica illuminano il mare e il borgo durante tutta la notte della Vigilia.

Dal 22 novembre a Graz, la festa dell’Avvento si festeggia come ogni anno con i suoi 12 mercatini di Natale dislocati in tutta la cittadina.
Arti e mestieri tradizionali sono esposti nelle centinaia di bancarelle che ogni anno deliziano visitatori provenienti anche da lontano.

A Baden, vicino a Vienna in occasione del “giorno delle candele”, il 2 dicembre, si spengono le illuminazioni pubbliche e la cittadina Biedermeier si illumina alla sola luce delle candele.
A Judenburg (Stiria) le stelle natalizie si guardano dall’osservatorio nella torre cittadina più alta. Ancora in Stiria, a Bad Radkersburg le porte della città vengono illuminate e stelle e angeli indicano la strada e a Mariazell vengono allestiti una corona dell’Avvento gigantesca e un presepe vivente.

In Lituania, a Vilnius, mille luci riempiono le stradine della città vecchia sin dal 30 novembre, quando l’albero di Natale alle ore di 17 di ogni anno accende le sue luci riempiendo di colori la piazza della Cattedrale dove si potrà assistere al suggestivo spettacolo audiovisivo “Musiche del Paradiso”. Nella stessa giornata vengono ufficialmente accese le decorazioni delle strade della città vecchia, mentre nella Piazza del Municipio viene aperta la pista di pattinaggio sul ghiaccio dove divertirsi per tutto l’inverno. Sempre nella stessa piazza il mercatino di Natale viene inaugurato dal 5dicembre e nelle e tante casette di legno si potranno trovare specialità gastronomiche, oggetti di artigianato in ceramica e vetro, gioielli e decorazioni venduti direttamente dai produttori.
Dall’1 dicembre al 7 gennaio, il trenino di Natale porterà grandi e piccoli alla scoperta della città allietati da musiche natalizie e dalla presenza di Babbo Natale, dei Tre Re Magi e da simpatici elfi. Il treno inizia il suo percorso nella Piazza del Municipio, prosegue poi per le vie del centro, Pilies street e Gediminas avenue, passando di fronte al Palazzo del Parlamento.

A Friburgo in Brisgovia

Nel periodo che precede il Natale la città si fa ancora più suggestiva, e passeggiare tra le bancarelle dei mercatini, allestiti nelle antiche vie e nelle piazze della città vecchia, sarà l’occasione per acquistare gli ultimi regali di natale e le prelibatezze locali. La sua antica tradizione non affonda le radici soltanto tra gli abitanti di Friburgo, ma migliaia di persone giungono ogni anno anche da ogni dove per poter godere della sua incantevole atmosfera. Questo mercatino si collega alle tradizioni della Foresta Nera e tra i suoi stand, ci si imbatte in abili artigiani che intagliano il legno, lavorano le pietre dure e semipreziose, oltre a soffiatori di vetro, ceramisti, candelai e cestai la cui manualità non può non affascinare. Il profumo inimitabile di golosi "Lebkuchen" – tipici biscotti speziati – vin brulé, aromi di ogni tipo, mandorle tostate e caldarroste si diffonde nell’aria facendo venire l’acquolina in bocca. La sera, allegri gruppi di persone si raccolgono intorno alle luminarie natalizie dei chioschi di vin brulé e bevande calde.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684