L’Ars riapre i battenti alla ricerca dell’accordo - QdS

L’Ars riapre i battenti alla ricerca dell’accordo

Raffaella Pessina

L’Ars riapre i battenti alla ricerca dell’accordo

martedì 15 Settembre 2009 - 00:00

Riprende l’attività d’Aula mentra le Commisisoni già da un pò a lavoro. La coesione finora mancata alla quindicesima legislatura

PALERMO – Riprendono oggi i lavori dell’Assemblea regionale siciliana, dopo la pausa estiva cominciata il 5 agosto scorso. Il Parlamento è stato convocato oggi pomeriggio alle 17 con all’ordine del giorno lo svolgimento di interrogazioni ed interpellanze della rubrica “Turismo, comunicazione e trasporti”.
Molti deputati comunque hanno ricominciato a lavorare già dalla scorsa settimana, nelle commissioni legislative permanenti, e che sono state convocate quasi tutte anche questa settimana. Il calendario dei lavori si presenta molto fitto, ma prima le forze di maggioranza dovranno trovare quell’accordo politico e quella coesione che è mancata per tutto il primo anno della quindicesima legislatura. Argomento questo che è stato al centro dell’attenzione nel corso della conferenza stampa tenuta dal presidente dell’Ars Francesco Cascio proprio il 4 agosto scorso. Sul fronte dell’attività legislativa vera e propria invece già oggi si riunisce la Commissione Affari Istituzionali con il seguito dell’esame del disegno di legge nn.132-210-325 “Riconoscimento e valorizzazione della funzione educativa e sociale svolta dagli oratori, dagli istituti cattolici e dagli enti di culto riconosciuti dallo Stato”; nn. 221 e 318 “Norme in materia di segretari comunali e provinciali della Regione; n. 186 e 148 su “Istituzione del servizio civile in Sicilia”. Previsto infine l’esame del parere reso dal Comitato per la qualità della legislazione sul disegno di legge nn. 184-354: “Istituzione della Commissione regionale per la promozione di condizioni di pari opportunità tra uomo e donna nella Regione siciliana”.
La Commissione Attività Produttive prosegue nella mattinata di oggi in Sala Rossa le audizioni dei rappresentanti delle società a partecipazione regionale cominciate la scorsa settimana. Sempre in Sala Rossa all’Ars nel pomeriggio vi sarà L’esame congiunto delle Commissioni III (Attività Produttive) e IV (Territorio e Ambiente) del disegno di legge n. 281/A “Disposizioni per l’utilizzo delle agevolazioni creditizie in favore delle cooperative edilizie”. Quest’ultima Commissione nella mattinata ha proceduto all’esame dei disegni di legge sul riassetto economico finanziario della gestione dei rifiuti (n. 456), delle norme sulla semplificazione e agevolazione dell’attività edilizia, sulla sicurezza del patrimonio edilizio del territorio regionale (nn. 386-209-394) e sul piano casa (n. 459).
Oggi e domani invece la Commissione lavoro si occuperà della programmazione dei lavori e delle audizioni degli assessori regionali ai Beni culturali e alla Famiglia in merito alle vicende di tagli e precariato nei settori di competenza. L’attuazione delle politiche comunitarie e le procedure di esecuzione degli obblighi della Comunità europea saranno gli argomenti della Commissione Ue che si riunisce domani mattina.
Audizione del presidente della Confindustria Sicilia Ivan Lo Bello oggi in Commissione Antimafia in merito alla regolamentazione del conto unico per gli appalti mentre domani verranno ascoltati i rappresentanti dell’AbiI sul costo del denaro in Sicilia e il Sindaco del comune di Serradifalco sull’assegnazione di beni confiscati alla mafia. Assai nutrito infine l’ordine del giorno della Commissione Statuto che aveva rischiato la cancellazione da parte del Presidente dell’Ars per inutilità: Previsto l’esame dei disegni di legge costituzionali sulla sfiducia costruttiva al Presidente della Regione, modifiche dell’articolo 116 della Costituzione e disposizioni concernenti la procedura di modifica degli statuti delle regioni ad autonomia speciale, e l’esame dei dl su modifiche allo statuto della regione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684