Infuria la polemica tra il M5S e il presidente dell'Ars - QdS

Infuria la polemica tra il M5S e il presidente dell’Ars

redazione

Infuria la polemica tra il M5S e il presidente dell’Ars

mercoledì 08 Gennaio 2014 - 19:33
Infuria la polemica tra il M5S e il presidente dell’Ars

La grillina Gianina Ciancio: "Noi non facciamo passerelle come voi". Giovanni Ardizzone: "So che vuole lo scontro istituzionale"

È ormai una singolar tenzone quella tra la grillina Gianina Ciancio (M5S) e il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone. Prendendo la parola durante la discussione sul rendiconto 2012 dell’Ars e sul bilancio interno, la deputata cinquestelle, che aveva contestato l’aumento dei fondi destinati all’Ars contenuto in un emendamento del governo, ha replicato a quanto aveva detto stamani Ardizzone: “Presidente, la invito a moderare i toni, io non faccio show, noi cinquestelle non facciamo passerelle, e questa è la grande differenza tra il M5s e chi è dentro questo Parlamento”.
Ardizzone ha subito interrotto la parlamentare: “Usi rispetto per il Parlamento, so che vuole lo scontro istituzionale”. Poi ha aggiunto: “Lei ha commesso un errore di lettura e contabile, ha voluto solo mandare un messaggio all’esterno in modo autolesionista. Non consento a nessuno di buttare fango su questo Parlamento”. Ardizzone quindi ha ricordato che i Cinquestelle non hanno votato la spending review approvata dall’Ars.
Per la cronaca, però, l’Assemblea regionale ha bocciato l’emendamento dei Cinquestelle che cancellava l’emendamento del governo che ha aumentato di 2 milioni i fondi per l’Assemblea (da 147 a 149 mln): 47 i voti contrari, 20 i favorevoli. A favore hanno votato 13 deputati M5s (assente in aula Valentina Zafarana), i parlamentari del Pdl Gorgio Assenza, Vincenzo Fontana e Vincenzo Vinciullo, gli autonomisti Giovanni Lo Sciuto e Giovanni Greco, il deputato Nello Musumeci e il democratico Gianfranco Vullo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684