Palermo, Monreale e Cefalù candidate patrimonio dell'Umanità - QdS

Palermo, Monreale e Cefalù candidate patrimonio dell’Umanità

redazione

Palermo, Monreale e Cefalù candidate patrimonio dell’Umanità

giovedì 30 Gennaio 2014 - 12:00
Palermo, Monreale e Cefalù candidate patrimonio dell’Umanità

La commissione nazionale italiana per l'Unesco ha approvato la candidatura delle bellezze bizantine e arabo-normanne del Capoluogo, nonché delle Chiese cattedrali degli altri due Centri. Proclamazione prevista per la primavera 2015

La Commissione nazionale italiana per l’Unesco ha approvato in via definitiva e trasferito all’Unesco di Parigi la candidatura di Palermo bizantina e arabo-normanna e delle chiese cattedrali di Monreale e Cefalù per l’iscrizione al patrimonio storico-artistico dell’umanità per l’anno 2015. A comunicarlo con soddisfazione è proprio il presidente dell’organismo, il siciliano Giovanni Puglisi.
“Questo risultato – dichiara Puglisi – non soltanto valorizza ulteriormente un territorio che merita un destino certamente migliore di quello che gli viene assegnato dalle disavventure della politica di questi anni, ma anche inserisce nel patrimonio dell’Unesco un sito che davvero si presenta con caratteristiche di unicità perché il patrimonio bizantino e arabo-normanno che è sedimentato nei siti storico-artistici di Palermo è un esempio unico al mondo di sincretismo culturale a valle di diversità religiose e politiche”.
“In Sicilia – prosegue Puglisi – nei millenni della sua storia non è stata mai cancellata alcuna esperienza culturale religiosa, ma ognuna è cresciuta accanto all’altra conservandone e rispettandone valori e tradizioni. Mi auguro solo che la memoria possa restare anche un progetto di vita per il futuro. Mi preme infine ricordare che la procedura per la candidatura, dopo la valutazione tecnica del ministero dei Beni Culturali, viene approvata dalla Commissione italiana per l’Unesco e trasferita a Parigi per la parte conclusiva dell’iter”.
“La previsione di proclamazione – conclude – è per la tarda primavera-estate del 2015, quindi in tempo affinché Palermo apra le sue porte e i suoi patrimoni ai visitatori di Expo 2015”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684