Telefonia mobile e limiti di spesa. Sistema d’allerta decisi da AgCom - QdS

Telefonia mobile e limiti di spesa. Sistema d’allerta decisi da AgCom

Margherita Montalto

Telefonia mobile e limiti di spesa. Sistema d’allerta decisi da AgCom

mercoledì 12 Febbraio 2014 - 02:00
Telefonia mobile e limiti di spesa. Sistema d’allerta decisi da AgCom

Una delibera del 2010 tutela gli utenti contro le spese fuori controllo

ROMA – Navigare con la telefonia mobile è comodo, pratico, facile a tal punto che è anche facile rimanere vittime di se stessi per via delle cifre di spesa incontrollate dovute ad una navigazione no limits. A tal proposito viene rispolverata la Delibera 326/2010CONS – Misure di tutela degli utenti dei servizi di comunicazione mobili e personale – AgCom. Alcuni dei noti gestori, attraverso un servizio di sms comunica in modalità gratuita che: “…ti è stata attivata gratuitamente la modalità prevista dalla delibera AgCom 326/10 per proteggerti da un’eccessiva spesa di traffico dati”.
La Delibera dell’AgCom prende atto dalla “necessità di tutelare gli utenti di servizi di comunicazione mobile e personale garantendo loro condizioni economiche di offerta dei servizi Sms e voce che siano trasparenti e non discriminatorie rispetto a quelle applicate in ambito comunitario nonché maggiore trasparenza nell’offerta dei servizi dati in mobilità e mezzi più efficaci per il controllo della relativa spesa, mediante l’introduzione di sistemi di allerta e tetti mensili di spesa”. Nonostante la delibera che tutela l’utenza risalga al 2010, non si era pensato di renderla nota a tutti. Ne riportiamo alcuni articoli, in sintesi, affinchè i nostri lettori possano conoscerne il contenuto.
All’Art. 1 (Trasparenza tariffaria delle condizioni economiche di offerta dei servizi di telefonia mobile e personale) si legge che “gli operatori mobili, in conformità con le disposizioni regolamentari dell’Autorità in materia di trasparenza delle condizioni economiche dei servizi offerti alla clientela ed in linea con le migliori pratiche a livello comunitario, assicurano agli utenti finali condizioni di piena trasparenza sui nuovi piani tariffari di base per i servizi voce e Sms. Gli utenti finali devono essere pienamente informati sulla disponibilità di piani tariffari di base per i servizi voce, traffico dati e Sms e, se già clienti, devono potere passare ad essi gratuitamente.
Tali informazioni sono rese al pubblico con ogni utile modalità e canale di contatto, inclusa la rete di vendita e il sito web aziendale.
Articolo 2 (Sistemi di allerta e limiti di spesa per il traffico dati sulle reti di telefonia mobile) – Gli operatori mobili rendono disponibili gratuitamente sistemi di allerta efficaci relativi al raggiungimento di una soglia di consumo della soglia, del traffico residuo disponibile, del prossimo passaggio ad eventuale altra tariffa e del relativo prezzo al superamento del plafond.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684