Scilabra: "Formazione simbolo del fallimento di una generazione politica" - QdS

Scilabra: “Formazione simbolo del fallimento di una generazione politica”

redazione

Scilabra: “Formazione simbolo del fallimento di una generazione politica”

martedì 25 Marzo 2014 - 19:00
Scilabra: “Formazione simbolo del fallimento di una generazione politica”

L'assessore regionale ha intenzione di presentare una legge per adottare in Sicilia i voucher formativi. Rosario Crocetta su Genovese: "Io voterei sì per l'arresto"

“Il sistema della Formazione come è emerso non andava bene ed era un sistema fallimentare, presenteremo al più presto una legge adottando i voucher formativi, una cosa già utilizzata in Italia e in Europa”. Lo ha detto l’assessore alla Formazione, Nelli Scilabra stamani a Messina.
“In questi mesi – prosegue – abbiamo messo in campo tutti gli strumenti per evitare la continua mala gestione degli fondi pubblici, abbiamo rivisto il sistema di accreditamento degli enti, abbiamo riaggiornato l’albo dai fornitori che non veniva fatto dai sedici anni e abbiamo mandato ispezioni”.
“Ora ci vuole una nuova legge per riorganizzare tutto. Appena mi sono insediata ho visto il caos molto siciliano e pirandelliano. – sostiene – Non c’era il ruolo di regia della Regione e gli enti programmavano i corsi in totale autonomia, invece la proposta formativa doveva essere fatta dalla Regione sentite le associazioni, le università, gli enti e le aziende”.
“È stato il simbolo del fallimento di una generazione politica che ha governato la regione in tutti i suoi settori come se fosse il proprio orticello personale”. “Sul sistema Genovese – conclude Scilabra – mi limito ad aspettare i risultati delle indagini, se tutto venisse confermato è un dato molto preoccupante”.
Sul tema degli scandali che hanno investito la formazione professionale è intervenuto anche il presidente della Regione, Rosario Crocetta. “Non so se Genovese sarà condannato o meno, però credo che un parlamentare sia come ogni altro cittadino e non può avere privilegi di nessuno tipo quindi per chiunque, e non entrando nel merito della vicenda di Genovese, io voterei sì per l’arresto”, ha affermato il governatore.
“Questo sistema di formazione – ha proseguito Crocetta – io l’ho sempre respinto". Ai giornalisti che gli domandavano se pensa di essere stato eletto anche con i voti di chi ha sfruttato la formazione Crocetta ha risposto: “Non penso che i voti arrivati da questo sistema della formazione siano stati importanti per la mia elezione. Io ho preso il 5 per cento in più del mio avversario credo, quindi quei voti sono stati non determinanti e poi non credo abbiano votato a me. D’altronde io non ho fatto nessun patto con nessuno e quando sono venuto qui a Messina in campagna elettorale ho detto che volevo scardinare il sistema della Formazione. Se chi mi ha votato era d’accordo con quel sistema ed è masochista non ci posso fare nulla”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684