Cartella esattoriale, attende 34 anni per la soppressione - QdS

Cartella esattoriale, attende 34 anni per la soppressione

redazione

Cartella esattoriale, attende 34 anni per la soppressione

domenica 06 Aprile 2014 - 17:16
Cartella esattoriale, attende 34 anni per la soppressione

Il caso di archeologia tributaria a Palermo: una cartella esattoriale impugnata nel '79, viene annullata soltanto nel 2014. Lo ha stabilito la Commissione tributaria.

PALERMO – La cartella esattoriale era stata impugnata a Palermo nel 1979, ma la Commissione tributaria regionale si è espressa soltanto pochi mesi fa, dopo 34 anni, stabilendo che la tassa è soppressa e che quindi il giudizio è estinto. Il caso è stato presentato nella giornata di chiusura del Seminario sui diritti dei consumatori di Palermo, giunto alla sesta edizione, organizzato dal Dems (il dipartimento di Studi europei e dell’integrazione internazionale) dell’Università di Palermo, dalla Fondazione Rosselli e dallo Studio legale Palmigiano. "La cartella si riferiva a un tributo del 1973 chiamato Ricchezza mobile, che in realtà era stato soppresso già con la riforma 1971 – ha spiegato Alessandro Palmigiano, senior partner dello studio e responsabile del dipartimento di studi giuridici della Fondazione – La commissione non ha potuto far altro che dichiarata d’ufficio l’estinzione del giudizio. Un caso, per così dire, di archeologia tributaria emblematico della giustizia in Italia".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684