Efficienza energetica, bando Mise pari a 100 milioni per le imprese - QdS

Efficienza energetica, bando Mise pari a 100 milioni per le imprese

Bartolomeo Buscema

Efficienza energetica, bando Mise pari a 100 milioni per le imprese

mercoledì 09 Aprile 2014 - 13:00
Efficienza energetica, bando Mise pari a 100 milioni per le imprese

Sicilia fra le quattro regioni beneficiarie, per le agevolazioni possibile presentare le domande dal 23 aprile. Investimento realizzato in un’unità operativa, compreso tra 30mila e 3 mln di €

CATANIA – Dal prossimo 23 aprile sarà possibile presentare le domande per le agevolazioni previste dal ministero dello Sviluppo economico in favore dei progetti per la razionalizzazione dell’uso dell’energia primaria nelle imprese che operano nelle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).
Sono contributi che finanziano le imprese che presentano programmi integrati d’investimento finalizzati alla riduzione e alla razionalizzazione dell’uso dell’energia primaria utilizzata nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi svolti all’interno di un’unità produttiva esistente. Il bando è a valere sulle risorse del Poi (Piano operativo interregionale) Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007/2013.
Il programma d’investimento deve essere realizzato all’interno di un’unità produttiva e avere un valore complessivo, al netto dell’Iva, non inferiore a 30.000 euro e non superiore a euro tre milioni di euro.
Le tipologie d’intervento che possono essere ammesse a finanziamento sono:
• isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche (es. rivestimenti, pavimentazioni, infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi.)
• razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica e illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (es. building automation, motori a basso consumo, rifasamento dei motori elettrici, installazione d’inverter, sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici)
• installazione d’impianti e attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi
• installazione, per sola finalità di autoconsumo, d’impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento.
Le tipologie d’intervento non ammissibili comprendono i programmi costituiti da investimenti di mera sostituzione d’impianti, macchinari e attrezzature e i programmi realizzati, in tutto o in parte, con la modalità del "contratto chiavi in mano" o della locazione finanziaria.
Tra le spese ammissibili citiamo le opere murarie (max 40% dell’investimento complessivo ammesso), l’acquisto e installazione di nuovi impianti, macchinari e attrezzature, l’acquisto di prodotti software funzionali al monitoraggio dei consumi energetici (per le grandi imprese è ammesso solo il 50% della spesa sostenuta). Solo per le piccole e medie imprese sono finanziabili i servizi di consulenza funzionali alla definizione di diagnosi energetiche e/o alla progettazione esecutiva, alla direzione dei lavori, al collaudo degli interventi da realizzare e ai relativi oneri di sicurezza, nonché alla progettazione e implementazione di sistemi di gestione energetica.
La domanda di agevolazioni e la documentazione, firmate digitalmente, devono essere presentate, pena l’esclusione, dalle ore 10.00 del 23 aprile 2014, attraverso un’apposita procedura informatica accessibile dalla sezione “Bando Efficienza Energetica” del sito del ministero dello Sviluppo economico. Le imprese possono iniziare la fase di compilazione della domanda e dei relativi allegati dal 15 aprile 2014.
La chiusura dello sportello per la presentazione delle domande sarà disposta con provvedimento del direttore generale per gli incentivi alle imprese e comunicata nel sito internet del ministero e nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684