Acireale si "libera": fuori dall'area metropolitana di Catania - QdS

Acireale si “libera”: fuori dall’area metropolitana di Catania

redazione

Acireale si “libera”: fuori dall’area metropolitana di Catania

giovedì 10 Aprile 2014 - 17:51
Acireale si “libera”: fuori dall’area metropolitana di Catania

Il comune di Acireale ha votato la fuoriuscita dalla area metropolitana di Catatania. Il sindaco Garozzo: "Risposta chiara contro una legge truffa che aveva la pretesa di includerci innaturalmente"

ACIREALE (CT) – Il Consiglio comunale di Acireale ha approvato all’unanimità la proposta dell’amministrazione che sancisce la fuoruscita della città dall’area metropolitana di Catania. "Acireale ha dato una risposta chiara in termini di compattezza – sostiene il sindaco, Nino Garozzo – contro una legge truffa che aveva la pretesa di includerci in maniera innaturale all’interno della Città metropolitana di Catania. Non è una decisione contro qualcuno, ma per la città e per il territorio, né potevamo adeguarci ad una legge che chiedeva di restare, o uscire dalla area metropolitana, prima ancora di conoscere cosa sarà in futuro la Città metropolitana e quali saranno i rapporti istituzionali interni alle città che ne faranno parte. Infatti – osserva il sindaco di Acireale – la Legge che assegnerà le deleghe e stabilirà gli assetti istituzionali, sarà posteriore alla scadenza fissata per uscire dall’Area metropolitana. Acireale ha detto chiaramente che rimarrà fuori dalla Città metropolitana e adesso chiama le città consorelle ad analoghe decisioni al fine di costruire un futuro comune che salvi le identità e promuova i territori, non con rapporti di forza – conclude Garozzo – ma attraverso il confronto paritario tra comunità che ne esalti lo sviluppo".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684