Ars, guerra a partecipate e assunzioni ingiustificate - QdS

Ars, guerra a partecipate e assunzioni ingiustificate

Raffaella Pessina

Ars, guerra a partecipate e assunzioni ingiustificate

venerdì 13 Giugno 2014 - 06:00
Ars, guerra a partecipate e assunzioni ingiustificate

Mercoledì in Aula il Ddl su procedure edilizie e liberi consorzi comunali. Incardinato il disegno di legge sull’anagrafe scolastica

PALERMO – Il governatore della Sicilia dichiara guerra alle partecipate. Crocetta afferma che in “Diverse aziende partecipate dalla Regione, anche in liquidazione e in violazione alla norma che prevede dal 2009 il divieto di assunzione, avrebbero invece reclutato una cinquantina di persone a vario titolo senza alcuna giustificata necessità”.
Secondo la commissione ispettiva nominata appositamente dal Presidente della Regione, “le stesse società non avrebbero equiparato gli stipendi dei dipendenti al trattamento dei regionali, causando uno spreco notevole di risorse”. Crocetta chiederà agli amministratori delle società, pena loro decadenza, di attuare i provvedimenti previsti dalla legge per i dipendenti illegittimamente assunti.
“Già con la finanziaria scorsa – ha detto Crocetta – sono stati previsti una serie di provvedimenti, tra cui l’ufficio di liquidazione unico e il tetto massimo di retribuzione”. Intanto nel corso dell’ultima riunione di giunta è stato approvato un progetto per finanziare miglioramenti per il mercato di Vittoria ( un milione 387 mila euro).
Anche questa settimana i lavori d’Aula si sono svolti nel corso di una sola giornata, mercoledì scorso, durante la quale è stato approvato il ddl per la semplificazione delle procedure edilizie, con 42 voti favorevoli, nessun contrario e 5 astenuti. Approvato anche il ddl su “Ineleggibilità ed incompatibilità degli amministratori dei liberi consorzi comunali e delle Città metropolitane.” Discussa anche la mozione sul Cas, presentata da Bernadette Grasso di Grande Sud – Pid. Crocetta ha affermato di essere contrario a passare le competenze all’Anas. “È un’azienda che è nostra e che ci permette di sviluppare la rete autostradale -ha aggiunto- Abbiamo iniziato un grande lavoro di moralizzazione sul Cas, stiamo portando avanti una politica di forte riduzione dei costi e di incremento delle entrate, ha un programma di investimenti”.
L’Aula inoltre ha incardinato i disegni di legge sull’anagrafe scolastica regionale, su Istituzione degli ecomusei della Sicilia, fissando il termine per la presentazione degli emendamenti a lunedì 16 giugno alle ore 13, su Modifiche alla legge regionale 20 aprile 1976, n. 35” fissando il termine per la presentazione degli emendamenti a martedì 17 alle ore 13. I lavori sono stati rinviati a martedì prossimo, 17 giugno 2014.
Infine, ieri è stata presentata da Mario Alloro del Pd e dai componenti del Movimento cinque Stelle della commissione Attività produttive una mozione di censura nei confronti dell’assessore alle Attività produttive Linda Vancheri. “Abbiamo deciso di sottoscrivere la mozione del collega -ha detto Valentina Zafarana (M5S)- vista l’assoluta immobilità del governo su alcune importantissime questioni, prima tra tutte la riforma dell’Irsap che non è concretamente mai partita”.
Risponde Crocetta dicendo che si tratta di un ritardo squisitamente tecnico, “ma non si tratta di ostacoli che impediscono l’avvio della riforma dell’ente secondo le linee indicate dal parlamento”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684