Agrigento - Palazzo Lo Jacono-Maraventano, assolto l'ex sindaco Zambuto - QdS

Agrigento – Palazzo Lo Jacono-Maraventano, assolto l’ex sindaco Zambuto

redazione

Agrigento – Palazzo Lo Jacono-Maraventano, assolto l’ex sindaco Zambuto

giovedì 18 Settembre 2014 - 04:40
Agrigento – Palazzo Lo Jacono-Maraventano, assolto l’ex sindaco Zambuto

Non avrebbe responsabilità nel crollo dello storico edificio agrigentino

AGRIGENTO – L’ex sindaco Marco Zambuto è stato assolto dal Gup del Tribunale agrigentino, Ottavio Mosti, dall’accusa di avere avuto delle responsabilità nel crollo – avvenuto il 25 aprile di tre anni fa – di palazzo Lo Jacono-Maraventano, situato nel centro storico della Città dei Templi.
Per Zambuto, imputato di crollo colposo, il pm Santo Fornasier aveva chiesto lo scorso 2 luglio la condanna a due anni di reclusione. Sono stati rinviati a giudizio, invece, e compariranno il 17 novembre dinanzi la prima sezione penale, Giuseppe Principato, capo dell’Utc; Calogero Tulumello, funzionario comunale; Attilio Sciara a capo della Protezione civile comunale; Gaspare Triassi, Marcello Cappellino ed Andrea Patti componenti del collegio di progettazione e di direzione dei lavori urgenti per mettere in sicurezza lo storico palazzo; Giuseppe, Calogero e Carmelo Analfino della ditta appaltatrice dei lavori.
Un sospiro di sollievo per l’ex primo cittadino del capoluogo, dimessosi nei mesi scorsi proprio a causa di una condanna in primo grado inflitta dal Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano. In quell’occasione, Zambuto è stato condannato a 2 mesi e 20 giorni di reclusione con l’accusa di abuso di ufficio per la vicenda degli incarichi da lui conferiti, secondo l’accusa in maniera illegittima, nella qualità di presidente della Fondazione Teatro Pirandello.
A 24 ore da quella condanna, l’ex primo cittadino ha presentato le proprie dimissioni, anche per evitare la sospensione del Prefetto in attuazione della Legge Severino.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684