Catania - Rete gas: finora persi introiti per 10 mln di euro - QdS

Catania – Rete gas: finora persi introiti per 10 mln di euro

redazione

Catania – Rete gas: finora persi introiti per 10 mln di euro

giovedì 09 Ottobre 2014 - 04:30
Catania – Rete gas: finora persi introiti per 10 mln di euro

Completato l’iter della richiesta al Garante. L’indennizzo sarà destinato all’ente e all’Asec. Solo adesso la patrimonializzazione: una rendita di 2,5 mln/anno € per il Comune

CATANIA – “Un piccolo miracolo” ha definito così il sindaco Bianco il lavoro operativo che hanno avviato Comune e Asec per la remunerazione tariffaria degli investimenti che il Comune ha effettuato per la diffusione capillare del metano. “Si tratta di due milioni e mezzo di euro all’anno – ha detto Bianco – che la città ha perduto negli scorsi anni perché non è stata presentata una richiesta documentata per il rimborso. Una cifra importante per aiutare Asec e Comune a migliorare i conti. Dico immediatamente che una parte di queste risorse sarà utilizzata per migliorare la rete del gas e per aiutare a far diventare l’Asec un’azienda metropolitana in grado di collegare con la rete del gas anche i comuni vicini allargando, alle realtà circostanti, la metanizzazione”.
Alla conferenza stampa erano anche presenti il presidente dell’Asec Armando Sorbello, l’assessore alle Partecipate Giuseppe Girlando, il direttore generale dell’Asec Giovanna D’Ippolito, i consiglieri comunali Agatino Lombardo e Antonino Vullo.
“Il Comune – ha detto Girlando – ha una rete in esercizio che vale circa 50 milioni di euro e può ricavare, e avrebbe avuto diritto di incassare, un indennizzo pari a circa 2 milioni e mezzo di euro. Purtroppo negli ultimi anni questa richiesta non è stata fatta, il Comune non ha patrimonializzato questa rete e non ha formulato all’Autorità garante la domanda che avrebbe consentito di recuperare 2 milioni e mezzo per anno, e si parla di almeno 5 anni”.
Con la nuova presidenza è stato quindi avviato questo lavoro di raccolta di documenti e elementi che hanno consentito al Comune di patrimonializzare, e quindi iscrivere nel conto del Patrimonio, la rete e, all’esito di questa iscrizione, l’Asec ha potuto finalmente formalizzare l’apposita domanda che è stata depositata nel termine del 15 settembre. La domanda che poi sarà esaminata dall’Autorità e darà avvio all’iter per ottenere questo importante introito a partire dal 2015. Dei 2 milioni e mezzo di euro circa 1 milione e otto andrà al Comune e il resto all’Asec.
“Un importante collaborazione tra Comune e Asec – ha detto il presidente Sorbello – abbiamo applicato ciò che prevede la norma. Le risorse permetteranno all’Asec anche di intervenire con ulteriori lavori nella propria rete di distribuzione di questa importante risorsa energetica”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684