Quei fondi inesistenti per il Ponte sullo Stretto - QdS

Quei fondi inesistenti per il Ponte sullo Stretto

Rosario Battiato

Quei fondi inesistenti per il Ponte sullo Stretto

mercoledì 29 Ottobre 2014 - 18:00
Quei fondi inesistenti per il Ponte sullo Stretto

La denuncia di Sel generata da un errore nella lettura dell'allegato Infrastrutture dell'aggiornamento della Legge di stabilità 

È frutto di un equivoco l’annunciato stanziamento da 1,3 miliardi per la società dello Stretto contenuto nell’allegato Infrastrutture dell’aggiornamento della Legge di Stabilità 2014. La denuncia, che era partita da un esponente di Sel e poi ripresa dalla stampa nazionale, aveva innescato una corsa alla dichiarazione più aggressiva di ambientalisti e politici. Poi la nota del ministero ha spento il fuoco della polemica.
Alla base dell’incomprensione un’errata lettura della tabella che ha indotto il partito di Vendola a presentare una interrogazione diretta al ministro Lupi. "Si tratta – si legge nella nota del Ministero – della tabella Revoche e reimpieghi, pubblicata sul sito del Cipe per obbligo di legge sin dal gennaio scorso e riportata all’inizio dell’Allegato Infrastrutture.
Il Decreto legge 23 dicembre 2013, n. 145 (convertito dalla legge n. 9 del 21 febbraio 2014) stabilisce, all’art. 13, comma 1/bis, che venga pubblicata un’anagrafe dei provvedimenti aventi forza di legge con i quali siano state revocate le assegnazioni disposte con delibere Cipe per la realizzazione di interventi infrastrutturali". L’equivoco sta proprio nel termine ‘reimpieghi’ che non indica lo stanziamento di risorse a un’opera, ma "l’indicazione storica di risorse revocate e non utilizzate né utilizzabili".
Del resto, "a riprova che per il Ponte sullo Stretto di Messina non sono state assegnate risorse basta consultare la Tabella 2 dell’Allegato Infrastrutture ‘Stato dell’arte e degli avanzamenti del programma infrastrutture strategiche" dove alla voce ‘Ponte Stretto Messina’ (pagina 70) non risultano stanziamenti".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684