La Dia confisca beni per 1,5 mln a prestanome boss - QdS

La Dia confisca beni per 1,5 mln a prestanome boss

La Dia confisca beni per 1,5 mln a prestanome boss

mercoledì 17 Marzo 2010
PALERMO – La Direzione Investigativa Antimafia di Palermo ha confiscato in Sicilia e in Umbria, su provvedimento del Tribunale del capoluogo siciliano, attività commerciali e aziendali in ambito della ristorazione e beni immobili, intestati a prestanome e fiancheggiatori della cosca mafiosa palermitana di Resuttana, con a capo le famiglie Madonia e Di Trapani. Il valore complessivo dei beni confiscati e’ di oltre 1,5 milioni di euro.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017