Messina - Differenziata, Frazzanò ci riesce e raggiunge per primo il 56% - QdS

Messina – Differenziata, Frazzanò ci riesce e raggiunge per primo il 56%

Antonio Condorelli

Messina – Differenziata, Frazzanò ci riesce e raggiunge per primo il 56%

sabato 24 Ottobre 2009 - 00:00

Il Comune dell’Ato Me1 punta adesso al 70% entro la fine dell’anno, ben oltre le soglie Ue. Un record di cui il sindaco Carcione è orgoglioso: “Coinvolti i cittadini”

Frazzanò (ME) – Il comune di Frazzanò è il primo paese dell’Ato Me1 a raggiungere il 56 per cento di raccolta differenziata. Oggi la raccolta differenziata svolge un ruolo prioritario nel sistema di gestione dei rifiuti, in quanto consente di ridurre il flusso da avviare allo smaltimento ed un miglioramento dei risultati di gestione. E’ in questa prospettiva che si è sviluppata l’azione del nuovo sistema di gestione integrata dei rifiuti dell’Ato Me1.
Il sistema, già attivo nei comuni montani ed in corso di attivazione nei comuni costieri, permetterà di raggiungere risultati di maggiore qualità e consiste nel selezionare i propri rifiuti per poi conferirli secondo le modalità prescritte da ogni singolo comune. Gradualmente tale metodo sarà attivo in tutti i comuni dell’Ato, abolendo la fastidiosa presenza dei cassonetti e condizionando in positivo il sistema di gestione con notevoli benefici per l’ambiente.
A pochi mesi dall’attivazione del servizio nel comune di Frazzanò si sono già prodotti i primi risultati positivi. Basti pensare che nel mese di luglio la percentuale di RD raggiungeva appena il 22,52 per cento, nel mese di agosto è salita al 27,58 per cento, mentre a settembre si è raggiunto il 56,08 per cento.
“Un obiettivo importante – ha detto il sindaco, Antonino Carcione – questo dato ci porta a fare delle riflessioni in quanto, il servizio porta a porta attivato e concordato con i vertici dell’Ato Me1, poteva e doveva iniziare quattro anni fa; in questo modo si sarebbero evitate polemiche, sospensioni, ricorsi e scioperi e di sicuro avrebbe portato per tutte le comunità dell’Ato1, meno spazzatura e più riciclo, quindi tariffe più basse, risparmio per le casse regionali e meno inquinamento.
“Siamo orgogliosi di questo risultato – continua il sindaco – però bisogna continuare su questa strada, coinvolgendo di più i cittadini e far capire loro il principio “più inquini, più paghi; più ricicli, più risparmi”.
L’obiettivo del comune è quello di diffondere la cultura della raccolta differenziata e di raggiungere entro il 31 dicembre 2009 la soglia del 70 per cento, in considerazione anche dei vincoli imposti dalla Comunità Europea ai comuni, a raccogliere in modo differenziato almeno il 35 per cento dei rifiuti entro il 2009 e il 65 per cento entro il 2010.

I vantaggi. Costi minori per il conferimento in discarica
FRAZZANO’ (ME) – “L’obiettivo dichiarato è il raggiungimento del 40 per cento di raccolta differenziata in tutti i comuni entro la fine dell’anno – ha dichiarato il presidente dell’Ato ME1, Laura Trifilò – per non incorrere nelle penali che verranno applicate dalla Comunità Europea ai comuni non virtuosi. Viceversa, il raggiungimento della soglia comporterà delle premialità per i cittadini dei comuni “virtuosi”. Il comune che raggiungerà l’obiettivo, come in questo caso Frazzanò, pagherà molto meno il costo per la discarica, considerando che una quota della fatturazione è riferita proprio a questo. Quindi cerchiamo di raccogliere e raccogliere bene. Su 4 milioni di euro all’anno che paghiamo per il conferimento in discarica, se già ne risparmieremo 2, gli effetti si vedranno nella bolletta. Un corretto servizio porta a porta – conclude la Trifilò – passa comunque per i sindaci, i vigili urbani e il corretto comportamento degli utenti, ovvero per un corretto adempimento dell’ordinanza”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684