Muos, nuove verifiche da parte di una commissione di studi - QdS

Muos, nuove verifiche da parte di una commissione di studi

redazione

Muos, nuove verifiche da parte di una commissione di studi

sabato 05 Settembre 2015 - 06:00
Muos, nuove verifiche da parte di una commissione di studi

Per l’impianto satellitare verranno verificati gli effetti delle emissioni elettromagnetiche. Da stabilire la conformità o meno in base alla normativa di tutela

PALERMO – Sulla vicenda del Muos, l’impianto satellitare realizzato in contrada Ulmo a Niscemi, il Consiglio di giustizia amministrativa (Cga) ha disposto nuove verifiche, accogliendo, seppur parzialmente, i motivi d’appello del ministero della Difesa, dopo che il Tar aveva accolto il ricorso presentato dal Comune di Niscemi e dal Comitato No Muos per il blocco dei lavori nell’impianto della Marina militare statunitense.
“Nonostante la sentenza non sia definitiva, il Cga – si legge in una nota del coordinamento regionale dei comitati No Muos – ha disposto la nomina di una commissione di studi che avrà il compito di verificare gli effetti delle emissioni elettromagnetiche che potrebbe avere sulla salute la presenza del Muos”.
La commissione dovrà verificare quali siano gli effetti, anche sulla salute umana, “delle emissioni elettromagnetiche generate dall’impianto Muos, quando funzionante, se tali emissioni siano conformi, o no, alla normativa in materia di tutela dalle esposizioni elettromagnetiche e se le emissioni dell’impianto Muos possano mettere in pericolo la sicurezza del traffico aereo civile”.
“La sentenza del Cga – spiegano i legali del coordinamento No Muos – Sebastiano Papandrea e Paola Ottaviano – ci lascia molto amareggiati e perplessi in quanto non appare in alcun modo condivisibile la considerazione per cui l’annullamento delle autorizzazioni, fatto dalla Regione siciliana nel marzo 2013, non sia legittima”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684