A Trapani fino al 6 novembre l'operazione "Trident Juncture 2015" - QdS

A Trapani fino al 6 novembre l’operazione “Trident Juncture 2015”

redazione

A Trapani fino al 6 novembre l’operazione “Trident Juncture 2015”

mercoledì 21 Ottobre 2015 - 02:00
A Trapani fino al 6 novembre l’operazione “Trident Juncture 2015”

Dallo scalo, che è sede del 37° Stormo dell’Aeronautica miniltare, si alzeranno in volo mezzi aerei “spia”. Ha preso il via all’aeroporto Birgi la più grande esercitazione Nato dopo la Guerra Fredda

TRAPANI – Ha preso il via all’aeroporto di Trapani-Birgi, sede del 37° Stormo dell’Aeronautica militare, l’operazione Nato “Trident Juncture 2015”, la più grande esercitazione Nato dalla fine della “Guerra fredda” ad oggi. Fino al prossimo 6 novembre lo scalo militare trapanese sarà la base operativa di un’esercitazione che coinvolgerà gli spazi aerei e terrestri d’Italia, Spagna, Portogallo, oltre al Mediterraneo centrale.
Da oggi, mercoledì 21ottobre, da Birgi si alzeranno in volo mezzi aerei spia per simulare attacchi contro unità navali, sottomarini e target terrestri e per testare i nuovi sistemi di distruzione di massa. Il tutto, hanno assicurato i vertici militari, senza avere ripercussioni sul traffico civile del vicino aeroporto “Vincenzo Florio”.
L’esercitazione però non è stata accolta positivamente dai molti cittadini, nè da diverse associazioni che hanno organizzato iniziative di protesta che culmineranno in una manifestazione regionale in programma a Marsala il prossimo 31 ottobre, e che sarà anticipata il giorno prima a Palermo da un flashmob in piazza Verdi.
Per quanto riguarda i numeri dell’esercitazione, si tratta della più imponente operazione messa in piedi dalla Nato dalla fine della “Guerra fredda”. Sono infatti 36mila i militari coinvolti, 30 i Paesi, 140 gli aerei e 60 le navi. Allo scalo militare di Trapani si svolgerà la prima fase dell’esercitazione con l’impiego di 700 militari, 200 dei quali stranieri. Saranno 30, invece, i mezzi aerei (tra F16, Amx, Eurofighter e Tornado) che attraverseranno i cieli del Tirreno meridionale fino al 6 novembre prossimo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684