Formazione, stangata della Corte dei Conti - QdS

Formazione, stangata della Corte dei Conti

Raffaella Pessina

Formazione, stangata della Corte dei Conti

sabato 16 Gennaio 2016 - 09:00
Formazione, stangata della Corte dei Conti

Ciapi, in appello condanne per danno erariale per oltre 10 milioni. L’assessore Bruno Marziano: “Adesso inizia percorso nuovo”

L’Assemblea regionale siciliana ha rinviato i lavori a martedì 26 gennaio.
Lo stesso giorno, alle 12, si terrà la conferenza dei capigruppo che dovrebbe stabilire la trattazione in Aula dei Ddl di bilancio e finanziaria e della norma “salva-Riscossione Sicilia”.
La seduta di giovedì, durata circa un’ora, è stata dedicata alla sonora bocciatura del Ddl che ampliava l’utenza per la partecipazione ai bandi della formazione professionale dando la possibilità ai lavoratori licenziati di potersi costituire in associazioni.
Il Ddl di iniziativa parlamentare è stato respinto dopo essere passato al vaglio della Commissione Lavoro e nonostante il parere favorevole del governo.
In Aula, presenti 43 deputati. Utilizzata la modalità del voto segreto, su richiesta del deputato di FI Vincenzo Figuccia.
Il documento è stato respinto con 35 contrari, 8 favorevoli e nessun astenuto. In un primo momento, sembrava che per questo disegno di legge filasse tutto liscio ma, dopo la approvazione dei soli quattro articoli e in attesa della votazione finale, il capogruppo dell’Udc-Ncd Mimmo Turano ha chiesto il ritiro dall’ordine del giorno per un “approfondimento”. Lo ha sostenuto Gaetano Cani (Udc) che ha illustrato le ragioni per le quali il Ddl presentato dai parlamentari Greco e Venturino (Pse), non doveva passare al voto dell’Aula. Contrario anche il Partito Democratico, in controtendenza al parere dei componenti del Pd della commissione di merito che invece avevano votato a favore.
Nel corso della stessa seduta l’Ars ha approvato il Ddl che modifica il testo sulle Biobanche. Soddisfatto l’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, che parla di “risultato importantissimo: la prima legge regionale organica sulle Biobanche darà – ha detto – un contributo fondamentale alla ricerca e quindi a migliorare l’offerta di salute ai cittadini. Sono molto soddisfatto per il risultato raggiunto – ha sottolineato l’assessore – sono certo che questo possa essere l’inizio di un percorso che darà alla nostra regione la possibilità di raggiungere nuovi risultati in campo scientifico e culturale”.
Intanto, la gestione della Formazione professionale è nell’occhio del ciclone: la Sezione d’appello della Corte dei conti per la Regione siciliana, ribaltando la precedente sentenza, ha disposto il sequestro conservativo di 10.333.234 euro in relazione a un ingente danno erariale nel settore. Un danno quantificato in 15 milioni di euro che fa riferimento al finanziamento di un progetto di apprendistato e comunicazione presentato dall’ente Ciapi. A garanzia del risarcimento del danno contestato, il procuratore ha richiesto e ottenuto il sequestro conservativo di un considerevole patrimonio immobiliare loro intestato.
Tra i condannati vi sarebbero il deputato regionale del Gruppo misto Francesco Riggio, ex presidente del Ciapi, chiamato a rifondere 3,7 milioni e l’ex capo dell’Agenzia dell’impiego Rino Lo Nigro (un milione di euro).
L’assessore alla Formazione Bruno Marziano ha commentato ad una agenzia di stampa: “Adesso inizia un percorso innovativo e un progetto nuovo che va nella direzione dell’efficienza e della trasparenza. Esiste una strategia di rilancio e gli Avvisi 3 e 4 sono chiamati a traghettare verso il nuovo sistema che ha in sé gli anticorpi perché certe cose non accadano più. Ora si cambia davvero”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684