Catania - Librino, Zfu e somme aggiuntive. Ci sono 8 milioni di euro ancora non spesi - QdS

Catania – Librino, Zfu e somme aggiuntive. Ci sono 8 milioni di euro ancora non spesi

Melania Tanteri

Catania – Librino, Zfu e somme aggiuntive. Ci sono 8 milioni di euro ancora non spesi

venerdì 27 Novembre 2009 - 00:00

La proposta in Consiglio comunale. La Rosa: “Uno sviluppo reale per l’economia cittadina”. I fondi residui dei Patti per integrare i 7,3 milioni di euro assegnati alla Zona franca

CATANIA – Favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri ed aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale, e con potenzialità di sviluppo inespresse. Questo l’obiettivo dell’istituzione della Zfu, Zona franca urbana, a Librino. Il quartiere periferico di Catania rientra tra le 22 aree individuate in tutta Italia, e tra le tre siciliane, che possono ottenere sgravi fiscali e contributivi con eventuali investimenti aggiuntivi lasciati alla libera scelta dei Comuni, con risorse rintracciate tra quelle locali. Tali agevolazioni, della durata di 5 anni, consistono nell’esenzione dalle imposte sui redditi, nell’esenzione dall’Irap, dall’Ici e dall’esonero dal versamento dei contributi previdenziali. Destinatari del piano sono le piccole e micro imprese che aderiranno con il sistema detto “clik – Day” ossia chi prima aderisce prima otterrà lo sgravio. Librino è l’area urbana che con 7.349.992. euro ha avuto assegnate le maggiori risorse in Italia. Relativamente alla Zfu, il Consiglio comunale ha recentemente approvato un ordine del giorno teso a dare applicazione al progetto “
Lotta al disagio socio-occupazionale nelle aree urbane” relativo alle Zona franca urbana di Librino impiegando le risorse residue del patto territoriale denominato “ Catania Sud”, circa 7 milioni di euro, e del “Patto per il Lavoro”, oltre 1 Milione d’Euro, attraverso l’attivazione dell’istituto del microcredito alle piccole imprese artigianali, industriali, commerciali e turistiche. “Considerate le limitate risorse messe a disposizione dal Cipe, 3.676.925 per Catania – sottolinea Puccio La Rosa, promotore dell’odg approvato dal Consiglio Comunale – si evidenzia come lo strumento della Zona Franca Urbana di Librino necessità d’attività e fondi integrativi. Ecco perché – ha aggiunto – ho presentato le richieste, con il documento “Zona Franca Urbana e Sviluppo Economico Possibile”, con l’intento di puntare i riflettori sulle somme a disposizione dell’amministrazione comunale, circa 8 milioni di euro ancora non spesi, e di avanzare proposte concrete tese a determinare lo sviluppo reale dell’economia cittadina”.
L’amministrazione ha inoltre approvato, su odg presentato dal consigliere Salvo Di Salvo per l’attivazione di uno sportello di programmazione e di indirizzo per i progetti relativi alla Zfu.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684