5 per mille, un meccanismo di finanziamento vitale per il volontariato - QdS

5 per mille, un meccanismo di finanziamento vitale per il volontariato

Redazione in collaborazione con Cesvop

5 per mille, un meccanismo di finanziamento vitale per il volontariato

venerdì 12 Maggio 2017 - 00:30
5 per mille, un meccanismo di finanziamento vitale per il volontariato

Quota dell’Irpef che lo Stato distribuisce al No profit

Si avvicinano le scadenze per le dichiarazioni dei redditi. E oltre alla preoccupazione di raccogliere scontrini, CUD, fatture… cominciano a piovere le richieste di destinazione del 5 per mille. Associazioni, istituzioni culturali, organizzazioni internazionali ti chiedono di scrivere il loro codice fiscale e una firma nell’apposita casella del modulo.
Ma cosa è il “5 per mille”? E’ la quota del gettito Irpef che lo Stato italiano distribuirà fra tutti gli enti no profit aderenti, in proporzione al numero di cittadini che opteranno per l’uno o per l’altro. Più contribuenti ti scelgono, maggiore è la quantità di 5 per mille che potrai ricevere dallo Stato. Per tante organizzazioni di volontariato che non hanno entrate e che si spendono gratuitamente per i più poveri, questo meccanismo di finanziamento risulta molto importante, se non addirittura vitale.
Va detto che per ciascuno di noi, destinare il 5 per mille non costa nulla in più. Sono tasse che comunque verseremo, solo che una loro piccola parte possiamo orientarla a favore di realtà sociali che stimiamo, conosciamo oppure riteniamo meritevoli di attenzione e sostegno.
Le modalità di destinazione sono semplici. Sul modulo della dichiarazione dei redditi vi è un’apposita sezione, in cui basta indicare codice fiscale dell’ente destinatario del nostro aiuto e apporre la nostra firma. Nel caso in cui non vi sia obbligo di consegnare la propria dichiarazione dei redditi, occorre comunque inviarla all’Agenzia delle Entrate affinché la scelta per il 5 per mille venga registrata.
Il CeSVoP, Centro di Servizi per il Volontariato della Sicilia occidentale, ti invita a destinare il tuo 5 per mille ad un’organizzazione di volontariato. Se non ne conosci e vuoi orientarti fra le tante associazioni delle province di Agrigento, Caltanissetta, Palermo e Trapani, il CeSVoP può darti informazioni chiamando lo 091331970 oppure scrivendo a info@cesvop.org.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684