Nel Mezzogiorno il 35,3% degli impiegati statali - QdS

Nel Mezzogiorno il 35,3% degli impiegati statali

redazione

Nel Mezzogiorno il 35,3% degli impiegati statali

giovedì 15 Giugno 2017 - 05:00
Nel Mezzogiorno il 35,3% degli impiegati statali

 È questa la fotografia scattata dal censimento permanente delle Istituzioni pubbliche diffuso ieri dall’Istat. In Sicilia registrato il valore più basso di presenze femminili negli organi di vertice (7,2%)

ROMA – L’esercito degli statali conta quasi 3,5 milioni di lavoratori dipendenti. Quasi mezzo milione sono precari. È quanto emerge dai primi risultati del censimento permanente delle Istituzioni pubbliche realizzato dall’Istat.
A fine 2015 sono attive 12.874 istituzioni pubbliche che impiegano 3.305.313 lavoratori dipendenti, di cui 293.804 a tempo determinato (pari all’8,4%) e 173.558 non dipendenti (collaboratori, altri atipici e lavoratori temporanei), distribuiti in 106.870 unità locali. I precari, dunque, ammontano a 467.362 lavoratori.
Nel censimento sono inserite le forze di sicurezza, le forze armate (complessivamente circa 490mila persone di cui circa 34mila donne) e i dipendenti pubblici che lavorano all’estero (poco più di 6mila).
Il personale dipendente è concentrato per il 54,1% nell’amministrazione centrale, per il 20% in aziende o enti del Servizio sanitario nazionale e per l’11,8% nei Comuni.
Il personale non dipendente lavora per il 32,2% nell’università pubblica, per il 21,5% in aziende o enti del servizio statistico nazionale, per il 18,2% nei Comuni.
Tra il 2011 e il 2015 dipendenti pubblici sono calati dell’1,1%: i lavoratori a tempo indeterminato sono diminuiti di 45mila unità circa (-1,7%), mentre quelli a tempo determinato sono cresciuti di 12mila unità (+5,1%).
Oltre metà del personale delle istituzioni pubbliche è donna ma non comanda.
I dati confermano la presenza maggioritaria di occupati donne, pari al 56% del personale in servizio. Tuttavia la presenza femminile negli organi di vertice è limitata e pari al 14,4%. Il valore più basso si trova nelle università (7,2% di vertici femminili), il più alto negli organi costituzionali (21,2%). A livello territoriale, il valore più basso si registra in Sicilia (7,2%), quello più alto in Emilia Romagna (21,2%).
In generale la più elevata presenza femminile si registra negli enti del Sistema sanitario nazionale (65,1%), la più bassa nelle Giunte e Consigli regionali (46,9%). Tra le donne si riscontra inoltre una quota maggiore di figure a tempo determinato (9,9% rispetto al 6,6% degli uomini).
Si concentra al Sud la quota maggiore di statali. A livello territoriale, infatti, il personale in servizio nelle istituzioni pubbliche è concentrato per il 35,3% in unità locali situate nel Mezzogiorno (22,6% nelle Regioni del Sud e 12,7% nelle Isole).
Il 22,6% del personale lavora nel Nord-Ovest, il 22,3% nel Centro e il 19,7% nel Nord-Est del Paese. È la fotografia scattata dal censimento permanente delle Istituzioni pubbliche diffuso dall’Istat.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684