Sanità, interrogazione M5S a Lorenzin: "Fare chiarezza su assunzioni in Sicilia" - QdS

Sanità, interrogazione M5S a Lorenzin: “Fare chiarezza su assunzioni in Sicilia”

Valeria Arena

Sanità, interrogazione M5S a Lorenzin: “Fare chiarezza su assunzioni in Sicilia”

sabato 15 Luglio 2017 - 07:00
Sanità, interrogazione M5S a Lorenzin: “Fare chiarezza su assunzioni in Sicilia”

La grillina Giulia Grillo, prima firmataria: “Non si è ancora a conoscenza del varo dei piani triennali 2017-2019”. La Cgil regionale: “Priorità è avere un sistema sanitaro efficiente e accessibile a tutti”

PALERMO – Non c’è pace per la sanità siciliana. Costi ingenti da una parte, oltre nove miliardi di euro, e dall’altra polemiche continue su inefficienze e carenze, soprattutto sul fronte del personale. E a patirne le lacune sono come sempre i cittadini.
I deputati della commissione Affari sociali e sanità del Movimento cinquestelle hanno depositato un’interrogazione, a prima firma Giulia Grillo, rivolta al ministro della salute, Beatrice Lorenzin e al ministro dell’Economia, Piercarlo Padoan chiedendo che vengano comunicati “tempi certi per la stabilizzazione dei precari della sanità in Sicilia e la calendarizzazione dei nuovi concorsi delle aziende del Servizio sanitario della Regione Sicilia. Negare il diritto all’assunzione del personale vincitore dei concorsi equivale a negare il diritto alla salute dei cittadini”.
“Da molti anni in Sicilia – afferma Giulia Grillo – medici, infermieri e figure professionali sanitarie, aspettano la stabilizzazione delle loro posizioni lavorative e l’indizione dei nuovi concorsi. Tra l’altro ancora non si è a conoscenza del varo dei piani triennali di assunzioni (2107/2019) da parte delle Asl siciliane. Inoltre ancora non si sa a che punto sia la chiusura delle procedure di valutazione delle piante organiche delle Asl e degli Enti del Servizio Sanitario Regionale siciliano”. “Una situazione inaccettabile – conclude la deputata – che il ministero deve chiarire”.
Sul tema è intervenuta ieri anche la Cgil Sicilia che annuncia una propria piattaforma rivendicativa da sottoporre da subito al confronto con la politica tutta e con chi si candiderà a governare la Sicilia: “Il diritto alla salute, ad avere dunque un sistema sanitario efficiente e realmente accessibile a tutti deve essere una delle priorità della prossima legislatura”.
Dell’argomento si parlerà martedì 18 luglio al San Paolo Palace Hotel, a partire dalle 9.30 nel corso di un dibattito organizzato dal sindacato dal titolo “Una sanità pubblica, forte, di qualità per tutti i siciliani”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684