Lo SpineMED per il trattamento di lombalgia e cervicobrachialgia - QdS

Lo SpineMED per il trattamento di lombalgia e cervicobrachialgia

Lo SpineMED per il trattamento di lombalgia e cervicobrachialgia

sabato 09 Settembre 2017 - 00:00
Lo SpineMED per il trattamento di lombalgia e cervicobrachialgia

Patologie che colpiscono l’80% della popolazione

La lombalgia e la cervicobrachialgia sono patologie che colpiscono oltre l’80% della popolazione. Le condizioni che possono determinare l’insorgere ed il persistere di queste patologie sono generalmente causate da fenomeni degenerativi che possono determinare la formazione di protrusioni o ernia del disco sia lombare che cervicale, sindrome delle faccette articolari, alcune forme di stenosi spinale lombare e molte complicanze o esiti di interventi chirurgici; queste causano un alterazione delle fondamentali proprietà biomeccaniche della colonna determinando l’insorgere di dolore e alterazioni sensitive agli arti.
Lo SpineMED rappresenta la più avanzata tecnologia disponibile per il trattamento non chirurgico di protrusioni, ernia del disco e degenerazione discale, sia lombare che cervicale. è necessario chiarire che non si tratta assolutamente di una forma di trazione vertebrale ma di una decompressione discale, che riduce la pressione intradiscale della colonna vertebrale e dei nervi spinali, facilitando l’afflusso di fluidi e nutrienti all’interno del disco, riattivando il metabolismo discale.
La terapia di decompressione discale è stata sviluppata in Canada nel 1988, e si è diffusa in tutto il Nord America negli anni successivi. Era destinata esclusivamente al trattamento delle discopatie lombari. Nel corso degli anni le apparecchiature dedicate a tale metodica si sono evolute, e lo SpineMED ne rappresenta oggi la forma tecnologicamente più avanzata, in grado di trattare anche le discopatie cervicali. Gli studi clinici effettuati mediante MRI pre e post trattamento con SpineMED hanno documentato come le erniazioni discali si siano ridotte fino al 90%, in rapporto al numero di terapie effettuate. I ricercatori hanno inoltre osservato un incremento dell’acqua contenuta nel disco, compatibile con la reidratazione del nucleo con riattivazione del metabolismo discale.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684