Chiusura Auchan, Bianco: "Un tavolo di crisi locale e uno nazionale" - QdS

Chiusura Auchan, Bianco: “Un tavolo di crisi locale e uno nazionale”

redazione

Chiusura Auchan, Bianco: “Un tavolo di crisi locale e uno nazionale”

mercoledì 04 Aprile 2018 - 17:30
Chiusura Auchan, Bianco: “Un tavolo di crisi locale e uno nazionale”

Il sindaco di Catania lo ha detto dopo aver incontrato i lavoratori dell’ipermercato di S.G. La Rena, occupato da ieri dopo la comunicazione della chiusura da parte dell’azienda. “Va salvaguardata in ogni modo possibile l’occupazione”. ALL'INTERNO I FILMATI

Un tavolo di crisi a livello locale e uno a livello nazionale.
Questa la strategia del sindaco di Catania Enzo Bianco per cercare di risolvere la vertenza dell’ipermercato Auchan di San Giuseppe La Rena, occupato da ieri dopo che l’azienda ne ha comunicato la chiusura entro il mese di aprile.
Stamattina Bianco ha incontrato, prima i rappresentanti sindacali e subito dopo una delegazione dei lavoratori nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti ed è poi sceso per dare la propria solidarietà a quelli che stavano manifestando nella piazza dell’ Università.

GUARDA LE IMMAGINI
“Il gruppo Auchan – ha detto Bianco parlando con i lavoratori – ha investito molto nella nostra città: oltre a San Giuseppe La Rena ci sono punti vendita a Porte di Catania e anche altri. D’altra parte Catania è la capitale commerciale dell’Isola e qui ci sono stati ricchezza e utili. Se oggi Auchan ha un problema di ristrutturazione aziendale è nel suo diritto farla. Va salvaguardata in ogni modo possibile l’occupazione”.
“Possiamo ragionare – ha aggiunto il Sindaco – di ricollocazione, soluzione presa in considerazione anche dalle organizzazioni sindacali, e decidere se qualcuno lavorerà in un posto piuttosto che in un altro. Ci sono i margini per poterlo fare”.
“Contatterò quindi – ha concluso Bianco – il rappresentante dell’azienda e chiederò alla Prefetto di convocare un tavolo di crisi a livello locale. Ma soprattutto chiederò che venga istituito un tavolo nazionale”.

GUARDA LE DICHIARAZIONI FILMATE

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684