Strade e piazze di Ragusa scenario per la 9a edizione di "A Tutto Volume" - QdS

Strade e piazze di Ragusa scenario per la 9a edizione di “A Tutto Volume”

Elettra Vitale

Strade e piazze di Ragusa scenario per la 9a edizione di “A Tutto Volume”

venerdì 08 Giugno 2018 - 04:50
Strade e piazze di Ragusa scenario per la 9a edizione di “A Tutto Volume”

Da venerdì a domenica 17 giugno la festa dei libri nel capoluogo di provincia ibleo con oltre 50 appuntamenti letterari. Per gli incontri verranno allestiti alcuni palchi a forma di tomi giganti, la partecipazione è gratuita 

Si ringraziano:
– Hotel il Gabbiano
– Multipla Servizi
– Siam Acque Siciliane

RAGUSA – Manca solo una settimana per l’attesissimo evento culturale “A tutto Volume- Libri in festa a Ragusa”, che celebrerà la lettura e i lettori da venerdì 15 a domenica 17 giugno. Per tre giorni, il centro storico del capoluogo ibleo farà da scenografia agli oltre 50 eventi in programma per il festival letterario, giunto alla sua nona edizione. Le strade, le piazze, i vicoli e i luoghi artistici di Ragusa Superiore e di Ibla, allestiti con originali palchi a forma di tomi giganti, per gli incontri che saranno tutti ad ingresso gratuito e che si concentreranno in vari punti della città, intorno alla Cattedrale di San Giovanni Battista e nel cuore di Ibla, tra piazza Duomo, la chiesa di San Vincenzo Ferreri, piazza Pola e i giardini Iblei.
La manifestazione di carattere letterario, già da anni affermatasi nel panorama nazionale, quest’anno ha ottenuto la partnership anche con Siae. Proprio di recente, inoltre ha aderito alla “Rete dei festival letterari del Sud Italia”, contornata da oltre venti rassegne culturali di altrettante città meridionali. A tutto volume, da sempre, spazia dalla narrativa alla saggistica, proponendo una vasta gamma di generi e argomenti, accompagnato da dibattiti approfonditi con voci autorevoli dello scenario letterario.
Il festival prenderà il via il prossimo venerdì, con la consueta inaugurazione in piazza San Giovanni, alle ore 18, alla presenza di Angelo Buscema, il presidente Fondazione degli Archi, Alessandro Di Salvo, l’ideatore e il direttore organizzativo dell’evento, Federico Piccitto, il sindaco del Comune, e Loredana Lipperini, Massimo Cirri, e Tiziano Scarpa in qualità di “guest director”, i quali cureranno e condurranno alcuni degli incontri della rassegna.
Sarà poi Daria Bignardi, alle 18.30, a dare lo start ai lavori, con la presentazione “Storia della mia ansia” che racconta la storia di una giovane donna di nome Lea la quale, a un certo punto della sua vita non riesce a sfuggire a quell’ansia, tutta umana, che fa parte del destino di ogni individuo. Diversi gli appuntamenti organizzati anche per la letteratura dedicata all’infanzia. I Giardini della cattedrale, infatti, sempre alle 18.30, ospiteranno Annalisa Strada che discuterà il volume firmato De Agostini “Topi ne abbiamo” che parla della piccola Norma, una bambina con una famiglia ricca di sorprese, che un giorno decide di portare a casa una topolina che diventa il suo fidato animale domestico.
Alle ore 20, nella Chiesa della Badia, sarà la volta di Gherardo Colombo con “Il legno storto della giustizia”, dialogo sui vizi della democrazia in cui viviamo. Sempre allo stesso orario, presso il ponte dei Cappuccini, Dario Voltolini discuterà di “Pacific Palisades” la cui idea di fondo “è tanto semplice quanto forte: esiste uno scambio di amore e di dolore tra noi e il mondo, tra noi e gli altri, e questo scambio avviene attraverso il muro che ognuno di noi è”. E, ancora, nel cortile della Prefettura, Pino Corrias, con Riccardo Iacona, parleranno dei luoghi che hanno fatto la storia degli ultimi anni, da Portella della Ginestra alla Villa di Grillo, da Sanremo a Lampedusa, passando per Arcore e Dagospia, oppurtunamente approfonditi in “Nostra incantevole Italia”.
Alle 21.30, in piazza Matteotti, parlerà Stefano Feltri parlerà di “Populismo sovrano”, quello che “si alimenta di un’illusione, che può essere pericolosa: il recupero della sovranità. Ma si tratta di una promessa che non si può mantenere, perché le leve del potere sono, ormai, inesorabilmente altrove”. Sulla scia dell’argomento si muoverà anche Luciano Fontana, ospitato nel Sagrato della Cattedrale, che racconterà di “Un paese senza leader”, interrogandosi sulle motivazioni profonde della precaria situazione politica italiana. Contemporaneamente, in via Roma, Marco Ardemagni discuterà un cold case “Ultime notizie da Rosetta”, riscostruendo i pezzi del mistero della morte violenta di una giovanissima in piazza Vetra.
La serata si concluderà dopo le 23, in seguito agli interventi Antonio Scarpa in via Roma con “Infinito200”, l’iniziativa che da marzo 2018 a dicembre 2019 vuole celebrare i 200 anni della scrittura de “L’Infinito” di Giacomo Leopardi e in piazza San Giovanni con “Palazzo d’ingiustizia”, un viaggio dietro le quinte della giustizia italiana, di Riccardo Iacona.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684