Incubatore di start up investe nel turismo e nel cibo - QdS

Incubatore di start up investe nel turismo e nel cibo

Michele Giuliano

Incubatore di start up investe nel turismo e nel cibo

martedì 14 Agosto 2018 - 04:00
Incubatore di start up investe nel turismo e nel cibo

A Palermo uno spazio di coworking nato per creare, condividere e accelerare l’innovazione in Sicilia. Digital Magics, creatore di progetti digitali con sede nel capoluogo di regione, punta su viaggi, agroalimentare e food 

PALERMO – L’innovazione digitale che si unisce al turismo, all’enogastronomia e all’agroalimentare. Settori con enormi potenzialità che si uniscono, per poter evolversi e dare sempre di più alla realtà economica siciliana, che proprio in questi settori può esprimere potenzialità ancora da esplorare per intero, partendo dalla propria storia per evolversi in qualcosa di nuovo e redditizio.
Questo lo scopo di Digital Magics, business incubator di progetti digitali e fornitore di servizi di consulenza e accelerazione. La società, tramite la sede di Palermo, ha siglato una partnership con l’Università Lumsa, Bnl Gruppo Bnp Paribas e Sanlorenzo Mercato, per il lancio di Lumsa Digital Hub, un incubatore di startup attivo in Sicilia nei settori del turismo, cibo e agroalimentare. Il progetto lavora su due fronti: il primo riguarda la sede palermitana dell’università, dove studenti e giovani talenti digitali siciliani seguiranno corsi di formazione sull’innovazione e le strategie di business e di comunicazione. Il secondo ambito riguarda l’incubatore verticale nominato “Sanlorenzo Lumsa Digital Hub”, situato all’interno di San Lorenzo Mercato, uno spazio di coworking nato per creare, condividere e accelerare l’innovazione in Sicilia.
“Con questa nuova piattaforma vogliamo portare l’innovazione in tre settori chiave per l’economia siciliana e nazionale – dichiara Marco Gay, amministratore delegato di Digital Magics -. Le piccole e medie imprese e l’industria del food, dell’agroalimentare e del turismo, rappresentano un patrimonio straordinario del nostro Paese che esportiamo in tutto il mondo. Il nostro obiettivo a Palermo è quello di favorire lo sviluppo di un ecosistema locale ideale per la nascita e la crescita delle startup digitali, come abbiamo già fatto a livello nazionale creando il più importante hub di innovazione per il digital made in Italy con StarTip e Talent Garden”.
Una realtà che potrebbe portare a grandi novità nel panorama siciliano, quindi, come già successo in altre regioni italiane. Un nuovo modo di approcciare il mondo del lavoro, in chiave di crescita e cambiamento a lungo termine. Non solo avventurarsi in settori nuovi, quindi, ma iniziare un nuovo modo di fare imprenditoria, in rete con altri giovani che hanno voglia di provare e imparare.
“Credo fortemente nel progetto Lumsa digital hub e sono convinto che darà una spinta importante per la formazione 4.0 e il futuro dei giovani talenti digitali siciliani e per l’innovazione delle nostre imprese – ha dichiarato Alessandro Arnetta, Partner di Digital Magics Palermo e Ceo di Factory Accademia -. Stiamo già collaborando con altri incubatori verticali italiani e internazionali perché vogliamo che le startup FoodTech, AgriTech e TravelTech di tutto il mondo vengano qui a Palermo a sviluppare le loro tecnologie innovative. L’Italia è leader riconosciuto a livello globale su questi temi e anche per l’innovazione faremo da guida”.
Nulla di meglio, quindi, che passare dall’università, perché solo la competenza può essere base certa per un approccio nuovo e dinamico al mondo del lavoro. “Risposte nuove per domande antiche: anche l’agroalimentare vira verso il digitale, con nuove esigenze che partono dal consumatore e risalgono l’intera filiera fino ai produttori diretti. Chi opera in questo settore ha il dovere di tenere il passo dell’innovazione e Sanlorenzo Mercato vuole stare in prima fila: un luogo dove queste risposte prendono vita, si mettono in gioco e diventano valore condiviso per la comunità”, dice Dario Mirri, Amministratore Unico di Sanlorenzo Mercato.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684