Contezioso tributario: in Sicilia il più alto numero di istanze di sospensione - QdS

Contezioso tributario: in Sicilia il più alto numero di istanze di sospensione

Maria Francesca Fisichella

Contezioso tributario: in Sicilia il più alto numero di istanze di sospensione

domenica 28 Ottobre 2018 - 10:00
Contezioso tributario: in Sicilia il più alto numero di istanze di sospensione

Sono 208 quelle inviate alla Commissione tributaria regionale a quanto risulta dal rapporto del trimestre aprile/giugno 2018, elaborato dal Mef. Il valore complessivo delle richieste supera i tredici milioni di euro. Il meccanismo di funzionamento anche per le Commissioni tributarie provinciali

PALERMO – Il Dipartimento delle Finanze – direzione della giustizia tributaria del Mef ha diffuso nei giorni scorsi il rapporto trimestrale sul contezioso tributario – trimestre aprile/giugno 2018.
Un approfondimento meritano le cosiddette "Istanze di sospensione decise nel trimestre aprile/giugno 2018" attraverso i dati contenuti nella sezione "appendici statistiche" a corredo del rapporto.
Innanzitutto, è bene ricordare il significato di "istanza di sospensione".
Nel momento in cui si riceve l’istanza, l’agenzia si fa carico di trasmetterla all’ente e, in attesa delle risposte, sospende le procedure di riscossione.
In prima battuta si vedranno le istanze decise dalle Commissioni tributarie provinciali (Ctp), che in Sicilia sono 1.646, di cui accolte 609 (37 per cento) e respinte 1.037 (63 per cento).
Il dato siciliano relativo alle istanze decise è il più alto sul territorio nazionale, è preceduto solo da quello della Puglia con 1.225 istanze decise (di cui accolte 580 e respinte 645) e dalla Campania con 1.014 (di cui accolte 529 e respinte 485).
Se si guarda al valore delle controversie con istanze in sospensione decise dalle Ctp nel trimestre aprile/giugno 2018 (in euro) per la Sicilia si rileveranno 189.762.877 euro, di cui con istanza accolta euro 60.101.953, con un valore medio di euro 98.689,58.
Mentre se si guarda alle istanze non accolte il valore complessivo sarà di 129.660.925 euro, con un valore medio di euro 125.034,64.
Se si guarda alle Commissioni tributarie regionali (Ctr), la Sicilia ha visto nel trimestre in esame 208 istanze, di cui accolte 60 e respinte 148.
Anche in questo caso quello della Sicilia è il dato più alto, preceduto solo dalla Puglia con 123.
Il Valore delle controversie con istanze in sospensione decise dalla Commissione tributaria regionale nel trimestre aprile/giugno 2018 (in euro)" ammonta a euro 31.438.350, di cui euro 13.329.383 come valore complessivo per le istanze accolte, e di euro 222.156,39 per quanto riguarda il valore medio; mentre il valore complessivo delle istanze non accolte ammonta a 18.108.967 con un valore medio di euro 122.357,89.
Si darà ora uno sguardo "Ai giorni intercorrenti tra la presentazione dell’istanza di sospensione e la sua decisione" nelle Ctp.
In Sicilia delle 1.646 istanze di sospensione decise nel trimestre, 812 sono state decise entro 180 giorni, mentre 834 oltre i 180 (scaglioni di giorni intercorrenti tra la presentazione dell’istanza e la sua decisione).
Mentre presso le Ctr, dove ne sono giunte 208, 184 sono state decise entro i 180 gg, 24 oltre i 180 gg.
Infine, si punterà l’attenzione sul "Valore economico degli appelli definiti nel secondo trimestre del 2018" presso le Ctr.
In Sicilia sono pervenuti 1.469 appelli definiti nel periodo qui oggetto di studio. Il valore complessivi delle controversie ammonta a euro 150.669.577 con un valore medio di euro 102.566,08.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684