Primarie Pd in Sicilia, i candidati "scaldano i motori" - QdS

Primarie Pd in Sicilia, i candidati “scaldano i motori”

Patrizia Penna

Primarie Pd in Sicilia, i candidati “scaldano i motori”

giovedì 29 Novembre 2018 - 18:00
Primarie Pd in Sicilia, i candidati “scaldano i motori”

Polemica sull’invito alla Leopolda Sicula di Micciché. Piccione e Faraone: modelli alternativi di partito

PALERMO – Tour elettorale in Sicilia orientale per Teresa Piccione, candidata alla segreteria regionale del Pd in Sicilia alle primarie del 16 dicembre. Domani alle 16 sarà a Siracusa all’hotel Parco delle Fontane in via Scala Greca 325 per presentare il suo programma dal titolo ‘Voltiamo pagina’, a seguire, alle 17.30, sarà in conferenza stampa all’hotel Principe in via Alessi a Catania, dove alle 18 incontrerà attivisti e simpatizzanti.
Sabato 1 dicembre, invece, Piccione si sposterà a Messina: appuntamento alle 11, nella sede del Pd in via Ettore Lombardo Pellegrino 48. Alle 17 la candidata si trasferirà a Barcellona Pozzo di Gotto.
L’altro candidato alla segreteria regionale alle primarie del 16 dicembre è Davide Faraone il quale ieri è intervenuto sull’ipotesi di una scissione dei renziani dal partito in Sicilia: “Mi sto candidando a segretario del Pd in Sicilia. Credo in questa comunità e ci sto mettendo la faccia, avendo tutto da perdere. Se volevo andare via non mi sarei candidato, vuol dire che ci credo”.
Faraone ha così risposto a distanza alle accuse della sua ‘sfidante’, secondo la quale i renziani puntano a snaturare il Pd come testimonia l’invito alla Leopolda sicula del presidente dell’Assemblea regionale siciliana e coordinatore azzurro nell’Isola, Gianfranco Miccichè.
“Quando Micicchè va alle feste dell’Unità o ci è andato Fico o qualsiasi altro presidente della Camera e del Senato non c’è la polemica e se li invito io sì. Il tema è un altro, invece. Io ho un modello di partito radicalmente alternativo perché credo che dobbiamo costruire un contenitore che aggreghi tutti quelli che pensano che la Lega e il M5s siano due forze populiste, pericolose, antimeridionaliste e razziste. Noi dobbiamo essere aperti al contributo di tutti”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684