Istituti tecnici superiori, l'Avviso 25 per il connubio formazione-imprese - QdS

Istituti tecnici superiori, l’Avviso 25 per il connubio formazione-imprese

Michele Giuliano

Istituti tecnici superiori, l’Avviso 25 per il connubio formazione-imprese

venerdì 07 Dicembre 2018 - 03:00
Istituti tecnici superiori, l’Avviso 25 per il connubio formazione-imprese

Pubblicato il bando che mette a disposizione 3,5 milioni tra fondi regionali e statali. Due le linee di finanziamento per allineare il sistema produttivo alle esigenze di mercato

PALERMO – È stato pubblicato, sul sito ufficiale dell’assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, l’Avviso Pubblico 25 per la presentazione di candidature per l’attuazione dell’offerta formativa di istruzione tecnica superiore (Its) in Sicilia.
L’Avviso ha lo scopo di favorire l’allineamento sul territorio tra il sistema produttivo e il sistema educativo di istruzione e formazione tecnico superiore di terzo livello, promuovendo le specializzazioni e le complementarietà dei soggetti formativi in rete tra loro con le imprese, sia su base territoriale sia su base nazionale e nella collaborazione multiregionale.
In tal modo, si vuole incoraggiare uno sviluppo sostenibile e rinnovabile, con particolare riferimento alle strategie per la “green economy”, e quindi rafforzare le competenze tecniche della popolazione siciliana, giovani e non esclusivamente giovani, per favorire la competitività del tessuto produttivo dell’isola.
Saranno 3 milioni e mezzo di euro i fondi messi a disposizione di quelle scuole che vorranno muoversi in questa direzione, presentando progetti congrui e di sviluppo per il nostro territorio. Un nuovo modo di fare scuola, che sia integrata nel territorio senza fossilizzarsi in scelte semplicemente legate alla tradizione, ma che faccia da volàno a nuove idee e progetti, costruendo competenze consapevoli e pronte da inserirsi nel mondo del lavoro con entusiasmo e capacità.
Gli Its sono Fondazioni di partecipazione, dotate di autonomia statuaria, didattica e di ricerca, organizzativa, amministrativa e finanziaria, che operano nel rispetto degli indirizzi della programmazione regionale e degli standard definiti a livello nazionale.
Al momento sul territorio siciliano sono presenti 5 istituti di istruzione tecnica superiore, distribuiti su diverse province, e si occupano di tecnologie innovative, efficienza energetica, nuove tecnologie in campo informatico e comunicazione. Non a caso, un settore nuovo che può trovare terreno fertile nei nostri giovani e nel nostro territorio. Una realtà importante, che può fare da traino per uno sviluppo consapevole e competente, verso nuove realtà, per formare professionisti capaci e aperti alle nuove prospettive che il campo della green economy può offrire, per un territorio che, grazie anche alla sua conformazione può offrire molto ed essere sfruttato in maniera efficace dal punto di vista economico.
I finanziamenti sono stati raccolti allo scopo di migliorare l’aderenza al mercato del lavoro dei sistemi di insegnamento e formazione, favorire il passaggio dall’istruzione al mondo del lavoro, e rafforzare i sistemi di istruzione e formazione professionale, migliorandone la qualità, anche mediante meccanismi di anticipazione delle competenze, l’adeguamento dei curricula e l’introduzione e lo sviluppo di programmi di apprendimento basati sul lavoro.
L’Avviso si divide in due ambiti. Nel primo, saranno selezionate proposte progettuali di percorsi formativi per il conseguimento di un diploma di tecnico superiore collocato nel V livello Eqf (Quadro Europeo delle Qualificazioni) da parte degli istituti tecnici superiori già identificati dalla ‘Pianificazione Regionale’. Nel secondo ambito, invece, la selezione avverrà tra proposte progettuali da parte di nuovi Its per la realizzazione di attività e percorsi formativi finalizzati sempre al conseguimento di un diploma di tecnico superiore collocato nel V livello Eqf da avviare a seguito dell’avvenuto riconoscimento delle Fondazioni proponenti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684