Lanterna azzurra: trovato il minorenne con lo spray urticante - QdS

Lanterna azzurra: trovato il minorenne con lo spray urticante

redazione

Lanterna azzurra: trovato il minorenne con lo spray urticante

domenica 09 Dicembre 2018 - 13:00
Lanterna azzurra: trovato il minorenne con lo spray urticante

Sempre più serrate le indagini sulla strage nella discoteca di Corinaldo (Ancona) prima del concerto del trapper Sfera Ebbasta. Sette feriti ancora in prognosi riservata. Si fa strada l'ipotesi di omicidio colposo plurimo per i gestori

Si fanno sempre più serrate le indagini sulla strage nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo (Ancona) dove la notte tra venerdì e sabato si è scatenato il panico e nella calca sono morti cinque ragazzi e una donna e altri sette sono rimasti gravemente
feriti.
E’ stato individuato e identificato il minorenne che avrebbe spruzzato uno spray urticante salendo su una pedana prima del concerto del trapper Sfera Ebbasta, provocando il panico che ha poi portato alla morte di sei persone.
Il nome non è comunque ancora stato iscritto sul registro degli indagati, anche perché la procura dei Minori di Ancona procede con molta cautela.
Il ragazzo peraltro non è ancora stato sentito.
Secondo le prime informazioni comunque sembra che l’attenzione degli investigatori non sia concentrata su un solo nome ma che sia diretta anche verso altre persone.
Oggi i carabinieri ascolteranno altre testimonianze per ricostruire quanto accaduto nella notte del terrore e in mattinata si terrà un nuovo sopralluogo nel locale dove un tempo si ballava il liscio, una classica balera, che negli anni più recenti era stata
trasformata in una discoteca per serate e concerti, indirizzati soprattutto ad un pubblico di giovani e giovanissimi.
Al momento fonti investigative smentiscono che ci siano già soggetti formalmente indagati e l’ipotesi dello spray al peperoncino resta quella più accreditata, ma si continua a indagare a tutto campo.
L’altro fronte delle indagini riguarda i gestori della Lanterna azzurra, ovvero la sicurezza della discoteca: al momento si sa che la capienza dell’unica sala in
cui si svolgeva l’evento era di circa 469 posti e che i biglietti venduti sono stati oltre 1.300.
Si fa strada l’ipotesi di omicidio colposo plurimo per i gestori.
Sette dei feriti nella tragedia alla discoteca di Corinaldo, tutti giovanissimi, sono ancora in prognosi riservata e in pericolo di vita.
Intanto due discoteche del Vallo di Diano, in provincia di Salerno, sono state poste sotto sequestro la notte scorsa mentre erano in corso due spettacoli di dj.
In entrambi i casi i Carabinieri della compagnia di Sala Consilina hanno riscontrato la presenza di centinaia di persone in più del consentito, oltre ad altre violazioni.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684