Sanità, dieci aggressioni al giorno, Il Mezzogiorno è più colpito - QdS

Sanità, dieci aggressioni al giorno, Il Mezzogiorno è più colpito

redazione

Sanità, dieci aggressioni al giorno, Il Mezzogiorno è più colpito

sabato 12 Gennaio 2019 - 03:00
Sanità, dieci aggressioni al giorno, Il Mezzogiorno è più colpito

Oltre 1.200 denunce all’Inail, il 70% delle aggressioni è diretto verso donne. Tra i profili più colpiti i medici di pronto soccorso e guardia medica

ROMA – Minacce, insulti e violenze fisicheai danni di medici e operatori sanitari. “Sono oltre 1.200 le denunce ‘ufficiali’ all’Inail ogni anno per aggressioni fisiche e verbali ai danni di operatori sanitari; sono circa 10 i casi al giorno a livello nazionale e il Sud è il più interessato dal fenomeno con il 72% degli episodi.
Tra i profili più colpiti i medici di pronto soccorso e guardia medica (80,2%), psichiatria (34,12%) e Ser.T (20,26%). Il 70% delle violenze è diretta alle donne”. A ricordare la preoccupante fotografia che emerge dai dati dell’Inail è l’Anaao Assomed Campania che lunedì 14 gennaio nell’aula magna del Cto di Napoli organizza il convengo ‘Aggressioni in sanità: la salute degli operatori’.
L’Anaao vigila da tempo sul fenomeno su tutto il territorio nazionale e ancora di più in Campania “dove, anni di commissariamento e mancata programmazione, hanno ridotto sensibilmente la fiducia dell’utenza verso il sistema sanitario pubblico”, sottolinea il sindacato.
Al convegno parteciperanno, tra gli altri, Tonino Aceti, responsabile Tribunale diritti del malato; Maria Erminia Bottiglieri, referente nazionale Area strategica della professione Fnomceo e i responsabili di alcuni presidi ospedalieri, e tra i parlamentari il sottosegretarioper il Sud Pina Castiello (Lega), la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, Michela Rostan (Liberi e Uguali); Paolo Russo (Forza Italia), componente Commissione Bilancio della Camera; Manuel Tuzi (Movimento 5 Stelle), componente Commissione Cultura, scienza e università della Camera; Paolo Siani, pediatra e deputato Pde componente Commissione Affari sociali della Camera, ed Enrico Coscioni, consigliere del presidente della Regione Campania per la sanità.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684