Parigi: fuga di gas, trapanese gravemente ferita - QdS

Parigi: fuga di gas, trapanese gravemente ferita

redazione

Parigi: fuga di gas, trapanese gravemente ferita

sabato 12 Gennaio 2019 - 13:40
Parigi: fuga di gas, trapanese gravemente ferita

Nel quartiere dell'Opera tre morti (non quattro come prima comunicato) tra cui due pompieri, otto feriti gravi, tra cui l'italiana, e 24 in maniera più lieve. La perdita, da una boulangerie, ha causato prima una fortissima esplosione e poi l'incendio di un palazzo. Chi è Angela Grignano, la ragazza che a Parigi faceva la cameriera sognando un futuro da etoile della danza

E’ una giovane di Trapani l’italiana rimasta ferita nell’esplosione di questa mattina a Parigi e si chiama Angela Grignano.
La ragazza si trovava proprio accanto alla boulangerie esplosa, in rue de Trevise, nell’hotel Ibis dove lavora come cameriera, ma si è recata a Parigi un mese e mezzo fa per seguire il sogno di diventare un’etoile della danza.
L’intervento
è andato bene
"I medici mi hanno rassicurato sull’intervento di Angela" ha detto Vincenzo Grignano, il padre della ragazza.
Il fratello, Giuseppe Grigano, è un sacerdote e attorno a lui si stringono il vescovo Pietro Maria Fragnelli e la tutta comunità diocesana.
Il Vescovo
invita alla preghiera
Monsignor Fragnelli ha invitato "tutte le comunità a pregare, oggi e nei prossimi giorni, perché questa giovane ragazza possa tornare presto alla sua vita e ai suoi sogni, manifestando all’intera famiglia Grignano una prossimità intensa ma discreta".
Angela, dopo gli studi universitari, aveva scelto di trasferirsi nella capitale francese per non pesare economicamente sulla famiglia (il padre è un idraulico – elettricista, la madre una casalinga) e per cercare di sfondare nel mondo della danza".
Il sogno
della danza
"Una combattente" l’ha definita Eleonora Gualano, per dieci anni è stata l’insegnante di danza di Angela.
"Dopo essere stata mia allieva – spiega – è stata al mio fianco come assistente. Una ragazza dinamica, che mette impegno nelle cose. Il suo mondo è quello dell’arte, dello spettacolo, e questa è anche una delle ragioni che l’ha spinta, alla fine dello scorso anno, a trasferirsi in Francia. Ha avuto contatti con Cinecittà Word, con coreografi e animatori. Il suo obiettivo è sfondare in questo settore".
L’avventura
di Parigi
"Parigi, un’avventura sulla quale mi sono buttata a capofitto senza pensare, mia dimora ormai da un mese e mezzo nella quale ripongo grande fiducia e speranza. Alla quale sto donando tutta me stessa per mettermi in gioco e vedere cosa è disposta regalarmi dopo tanti sacrifici".
Questo il testo di un post sul suo profilo Facebook con cui Angela ha salutato il nuovo anno.
I messaggi
sui social
Sul social, una sfilza di auguri per una giovane donna apprezzata da amici e conoscenti.
"Mi sento mancare… Leggevo di quanto eri felice di questa tua nuova esperienza a Parigi, la laurea, il lavoro… e per me sei sempre la bimba che faceva le linguacce allo specchio della scuola di danza… Viviamo in un mondo di merda dove poche sono le persone come te che lo rendono migliore… forza Angela mia! Andrà tutto bene", scrive Francesca Marino.
E poi tanti altri messaggi.
"Dai amica mia, tu sei forte rialzati! Chi ti ama sta pregando per te, dio è con te".
"Forza Guerriera…. TVB". "Forza Angela sei forte! Ce la puoi fare".

La notizia
dalle autorità consolari
I familiari di Angela sono stati contattati dalle autorità consolari di Parigi dopo l’esplosione e l’incendio nel quartiere dell’Opera che ha causato tre morti – non quattro come precedentemente comunicato – tra cui due pompieri.
Proprio i pompieri erano intervenuti alle 8.30 del mattino, nella rue de Trevise per un forte odore di gas provocato da una fuga avvenuta in una boulangerie.
Mentre l’intervento era in corso si è verificata una fortissima esplosione che ha scosso l’intero quartiere.
Feriti anche
giornalisti italiani
Tra i feriti ci sono anche tre inviati italiani coinvolti: un operatore di Cartabianca, il videomaker Valerio Orsolini, il quale ha riportato una ferita sopra un occhio.
L’uomo è stato giù medicato e le sue condizioni non sono gravi.
L’operatore era a Parigi per seguire le manifestazioni dei gilet gialli con il giornalista Claudio Pappaianni, che è rimasto illeso.
Anche un inviato di Agorà, Matteo Barzini, è rimasto ferito a seguito dell’esplosione.
L’italiana ferita, come detto, è una ragazza che lavora in un hotel vicino al luogo dell’esplosione, attualmente ricoverata nell’ospedale parigino de Lariboisiere.
Gli inviati di Cartabianca rimasti coinvolti hanno riferito di essere "molto spaventati", ma per fortuna non hanno subito gravi conseguenze, come ha riferito la conduttrice della trasmissione Bianca Berlinguer.
L’operatore Valerio Orsolini si trovava nella stanza dell’albergo nel quale alloggiava quando è stato investito dall’esplosione avvenuta nel panificio che si trova di fronte all’hotel.
Una scheggia lo ha colpito sopra un occhio.
"E’ stato medicato in albergo, dove è rimasto bloccato per un po’ di tempo perché non facevamo uscire nessuno – ha riferito Bianca Berlinguer -. Ora è riuscito a raggiungere il pronto soccorso per i necessari controlli. E’ stato bravo perché nonostante sia stato colpito ha continuato a girare".
L’inviato di Agorà "è stato colpito a una gamba per fortuna in maniera non grave – riferisce la conduttrice del programma, Serena Bortone – E’ stato portato in ospedale dove gli sono stati applicati alcuni punti di sutura. Ha dimostrato grande professionalità, perché, appena successo il fatto, ha subito preso in mano la telecamera e ha iniziato a girare le riprese nonostante la ferita".

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684