Spagna preferita dai turisti nel 2018, l'Italia è solo terza - QdS

Spagna preferita dai turisti nel 2018, l’Italia è solo terza

Adriano Agatino Zuccaro

Spagna preferita dai turisti nel 2018, l’Italia è solo terza

mercoledì 06 Febbraio 2019 - 05:00
Spagna preferita dai turisti nel 2018, l’Italia è solo terza

Dati Eurostat relativi alle notti trascorse negli stabilimenti di alloggio turistico: in Lettonia, Lituania e Malta gli incrementi maggiori

CATANIA – Nel 2018, il numero di notti trascorse in strutture ricettive turistiche nell’Unione europea (Ue) ha raggiunto i 3,1 miliardi, in crescita del 2,2% rispetto al 2017. Dal 2009, c’è stato un aumento costante del numero di notti trascorse negli stabilimenti di alloggio turistico nell’Ue, in particolare guidato dall’aumento delle notti trascorse dai non residenti del paese visitato.
Nel 2018, la Spagna (467 milioni di notti, -0,9% rispetto al 2017) ha mantenuto il suo vantaggio, davanti a Francia (444 milioni, + 2,4%), Italia (429 milioni, + 1,9%) e Germania (419 milioni, + 4,3%). Queste prime stime, che includono le notti spese per lavoro o per piacere, provengono da un articolo pubblicato da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.
Barcellona e la Catalogna tra le mete preferite dai turisti nel 2018
A livello regionale gli ultimi dati disponibili forniti da Eurostat per le 276 regioni europee (nuts 2) fanno riferimento al 2017 e vedono la nostra Isola passare dai 13,7 milioni di pernottamenti del 2016 ai 14,7 dell’anno seguente. Leader in Italia il Veneto con ben 69,1 milioni di pernottamenti nel 2017 (65,4 milioni nel 2016), la Toscana (45,9 milioni nel 2017) ed Emilia Romagna (40 milioni). Numeri da capogiro per le Canarie con 93 milioni di pernottamenti, la Croazia adriatica con 77,1 milioni, le Isole Baleari con 64,3 milioni e la Catalogna con 54,7 milioni.
Ritornando ai dati nazionali, il numero di notti trascorse in alloggi turistici nel 2018 è cresciuto in quasi tutti gli Stati membri, con i più grandi aumenti osservati in Lettonia (+ 8,3%), Lituania (+ 7,7%) e Malta (+ 6,5%), seguita dalla Polonia (+ 5,8%), Romania (+ 5,5%) e Belgio (+ 5,4%). Per contro, le diminuzioni sono state registrate a Lussemburgo (-4,3%), in Irlanda (-1,5%) e Spagna (-0,9%).
Nell’Ue, il numero di notti trascorse in alloggi turistici da residenti è cresciuto leggermente più velocemente (+ 2,3%) tra 2017 e 2018 rispetto a quelli spesi dai non residenti (+ 2,0%). Quasi tutti gli Stati membri dell’Ue hanno registrato un aumento nel numero di pernottamenti turistici per residenti, ad eccezione della Grecia (-7,3%) e del Lussemburgo (-4,5%). I maggiori aumenti sono stati registrati a Cipro (+ 10,6%), a Malta (+ 8,6%) e in Croazia (+ 8,4%). Allo stesso modo, il numero di pernottamenti turistici trascorsi da non residenti è aumentato in quasi tutti gli Stati membri, ad eccezione dell’Irlanda (-7,4%), Lussemburgo (-4,2%), Spagna (-1,6%) e Portogallo (-0,1%). I maggiori aumenti nel 2018 sono stati registrati in Lettonia (+ 10,1%), Belgio (+ 8,9%) e Lituania (+8%).
La Lettonia, con +8,3% di pernottamenti nel 2018, ha fatto registrare la più alta crescita in Europa
All’interno degli Stati membri dell’Ue, la maggior parte delle notti trascorse dai residenti sono state registrate in Romania (81% di totale notti trascorse), Polonia (80%), Germania (79%) e Svezia (74%). Al contrario, le maggiori quote di notti spesi da non residenti, com’è ovvio, sono stati registrati a Malta (96% delle notti totali passate), Cipro (95%) e Croazia (93%). In Italia si registra un equilibrio quasi perfetto tra le due componenti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684