Sesso e fertilità, grave gap conoscitivo, gli adolescenti si informano sul web - QdS

Sesso e fertilità, grave gap conoscitivo, gli adolescenti si informano sul web

Sesso e fertilità, grave gap conoscitivo, gli adolescenti si informano sul web

mercoledì 20 Febbraio 2019 - 03:00
Sesso e fertilità, grave gap conoscitivo, gli adolescenti si informano sul web

Pubblicato lo Studio nazionale fertilità, coordinato dall’Istituto superiore della Sanità. Cercano informazioni su internet l’89% dei ragazzi e l’84% delle ragazze

ROMA – Circa un adolescente su tre ha dichiarato di aver avuto rapporti sessuali completi (35% dei maschi e 28% delle femmine), i metodi contraccettivi più conosciuti sono il preservativo (99%) e la pillola (96%), c’è inoltre un’errata percezione (sovrastima) da parte dei ragazzi relativamente all’adeguatezza delle informazioni in loro possesso sulle tematiche della salute sessuale e riproduttiva che nella maggior parte dei casi (89% i maschi e 84% le femmine) cercano su internet.
Sono alcuni dei dati che emergono dallo Studio nazionale fertilità, promosso dal ministero della Salute e coordinato dall’Istituto superiore di sanità, che è stato presentato ieri matttina.
L’indagine è stata condotta, in ambito scolastico, con il supporto delle Regioni e dei professionisti del Ssn, su un campione, statisticamente rappresentativo, di 16.063 studenti prevalentemente di 16-17 anni. Ha coinvolto 941 classi terze di 482 scuole secondarie di secondo grado, distribuite su tutto il territorio nazionale. è stata registrata un’elevata rispondenza da parte dei ragazzi (80%).
“C’è un gap conoscitivo importante fra i giovani italiani relativamente alle tematiche della sessualità – ha spiegato il ministro della Salute, Giulia Grillo – Ci sono tante informazioni che ai ragazzi bisognerebbe dare e non si può demandare a internet la loro diffusione, anche se su questo voglio lavorare, mettendo a disposizione dati certificati sia per i giovani che per gli adulti. Credo che l’insegnamento nella scuola di temi legati alla sessualità e alla riproduzione possa fornire un punto fermo di informazioni certe e certificate”.
Una delle considerazioni contenute nello Studio riguarda l’infondato ottimismo sulle possibilità delle tecniche di Procreazione medicalmente assistita (Pma) di risolvere sempre i casi di infertilità. Persiste, inoltre, la tendenza a consigliare la Pma a pazienti in cui è evidentemente inutile, generando aspettative che procureranno frustrazione alle coppie.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684