Guardia di Finanza, concorso per arruolamento di 66 ufficiali - QdS

Guardia di Finanza, concorso per arruolamento di 66 ufficiali

India Arena

Guardia di Finanza, concorso per arruolamento di 66 ufficiali

martedì 26 Febbraio 2019 - 02:00
Guardia di Finanza, concorso per arruolamento di 66 ufficiali

L'annuncio è sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4a Serie Speciale - n. 12 del 12 febbraio 2019. Termine ultimo per le domande il 15 marzo: per la presentazione è obbligatoria la procedura telematica

ROMA – Lo scorso 12 febbraio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 12 4a Serie Speciale) il bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione di sessantasei allievi ufficiali del ruolo normale, comparti ordinario e aeronavale, all’Accademia della Guardia di finanza, per l’anno accademico 2019-2020.
58 posti sono destinati al comparto ordinario, uno dei quali è riservato ai candidati in possesso dell’attestato di conoscenza delle lingue descritto all’art. 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, riferito al diploma di istituto di istruzione secondaria di secondo grado o superiore. Uno è riservato al coniuge, ai figli superstiti o ai parenti di secondo grado qualora unici superstiti, del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio. 8 posti sono invece destinati al comparto aeronavale di cui 4 alla specializzazione “pilota militare” e 4 alla specializzazione “comandante di stazione e unita’ navale”.
I concorrenti potranno presentare domanda di partecipazione per uno solo dei predetti comparti e specializzazioni.
Lo svolgimento del concorso prevede una prova preliminare consistente in test logico-matematici e culturali (eventuale per il comparto aeronavale); una prova scritta di cultura generale; prove di efficienza fisica; accertamento dell’idoneità psico-fisica; accertamento dell’idoneità attitudinale; prove orali; prova facoltativa di una lingua straniera; prova facoltativa di informatica; valutazione dei titoli; visita medica di controllo e accertamento dell’idoneità al ruolo per i concorrenti per la specializzazione “pilota militare”; visita medica di incorporamento.
La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “concorsi.gdf.gov.it”, seguendo le istruzioni del sistema automatizzato, entro le ore 12,00 del 15 marzo, trentunesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale “Concorsi ed esami”.
I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (P.E.C.), dopo essersi registrati al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al form di compilazione della domanda di partecipazione.
Possono partecipare al concorso sia gli ispettori, i sovrintendenti, gli appuntati e i finanzieri del Corpo fino ai 28 anni che non siano stati prosciolti da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, sia i cittadini italiani che: abbiano, alla data del 1° gennaio 2019, compiuto il diciassettesimo anno di età e non superato i 22 anni; abbiano, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori per contrarre l’arruolamento volontario nella Guardia di finanza; siano in possesso dei diritti civili e politici; non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero prosciolti da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia; non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza o abbiano rinunciato a tale status; non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia; non siano stati rinviati o espulsi da corsi di formazione dell’Accademia del Corpo della guardia di finanza; non siano imputati, non siano stati condannati ne’ abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione; siano in possesso delle qualita’ morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.
Tutti i candidati devono possedere, inoltre, un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea previsti dalle università statali o legalmente riconosciute.
Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2018/2019.
I candidati che abbiano validamente presentato domanda di partecipazione al concorso e non abbiano ricevuto comunicazione alcuna di esclusione, sosterranno, a partire dal 25 marzo 2019, la prova preliminare consistente in test logico-matematici e in domande dirette ad accertare le abilità linguistiche, orto-grammaticali e sintattiche della lingua italiana.
La sede, l’elenco dei candidati di cui al comma 1, il calendario e le modalità di svolgimento della suddetta prova, nonché eventuali variazioni, saranno resi noti, a partire dal 18 marzo 2019, mediante avviso pubblicato sul portale all’indirizzo «concorsi.gdf.gov.it» e presso l’Ufficio centrale relazioni con il pubblico e comunicazione interna della Guardia di finanza.
La banca dati da cui sono tratti i questionari che saranno somministrati ai candidati sarà pubblicata sul portale, nella sezione relativa ai concorsi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684