Lombardia, attenzione agli standard professionali - QdS

Lombardia, attenzione agli standard professionali

Michele Giuliano

Lombardia, attenzione agli standard professionali

mercoledì 24 Marzo 2010 - 00:00

Rispetto alla Sicilia si è dotata di specifici punti di riferimento. Definite e classificate le competenze utili al mercato

Si è sempre detto che la Sicilia non riesce a creare una formazione adatta a chi cerca lavoro. Sotto questo punto di vista la Regione Lombardia può fare da emblematico esempio. Infatti è stato creato un sistema in grado di dare dei precisi punti di riferimento agli enti di formazione per la progettazione e quindi la creazione di percorsi datti a chi cerca lavoro o vuole riqualificarsi sul mercato.
Obiettivo che si centra attraverso l’istituzione del “Quadro regionale degli standard professionali di regione lombardia” (Qrsp), il quale definisce e classifica, declinandoli in competenze, l’insieme dei profili professionali presenti nella realtà lavorativa lombarda, raggruppati in 30 macroaree. Il Qrsp è costruito secondo regole coerenti con la definizione del quadro nazionale degli standard professionali e rappresenta, per tutti i centri accreditati al sistema lombardo di istruzione, formazione e lavoro, il riferimento comune per: la progettazione dei percorsi formativi di specializzazione e di formazione continua e permanente; la certificazione delle competenze acquisite in ambito formale (percorsi formativi), non formale (lavoro) e informale (esperienze di vita); l’utilizzo di un linguaggio comune a tutti gli attori, per facilitare, tra l’altro, l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro e la spendibilità delle competenze comunque acquisite nel sistema integrato della formazione e del lavoro in Lombardia.
Oltretutto il “Quadro regionale degli standard professionali” definisce e classifica l’insieme dei profili professionali, declinati in competenze, caratteristici ed attivi nel mondo del lavoro lombardo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684