La crisi non è solo del Meridione - QdS

La crisi non è solo del Meridione

La crisi non è solo del Meridione

mercoledì 26 Maggio 2010 - 00:00

Il vicepresidente Cimino su affermazioni del card. Bagnasco. Lavorare tutti insieme per attuare il federalismo

PALERMO – “Condivo quanto affermato dal cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana; infatti, solo con un coinvolgimento di tutte le parti politiche si può superare la crisi che coinvolge l’intera Nazione”.
Lo afferma Michele Cimino vicepresidente della Regione Siciliana con delega all’Economia.
“Il Nord e il Sud – prosegue Cimino – potranno superare il grave momento di crisi solo se accomunati in un unico progetto di sviluppo, in una logica federalista che, pur premiando le realtà maggiormente virtuose, non penalizzi quelle più povere. Per far ciò, bisogna che la ripresa economica italiana non passi, come accaduto in passato, attraverso il sacrificio del Sud.
Il vicepresidente Cimino ritorna poi sul tema della questione meridionale: “Bisogna, però ricordare che se la questione meridionale non deve essere, per i poteri economici forti del Nord, l’argomento che giustifichi un eventuale selvaggio federalismo, non deve neanche essere, per la classe politica del Sud, il dito dietro il quale nascondere la propria inefficienza”.
“Sarebbe bene che tutti comprendessimo – ha aggiunto l’assessore – che la crisi non è né meridionale né regionale, ma nazionale e che si può superare soltanto se tutte le parti politiche, mettendo da parte interessi settoriali o particolari, cominciano a lavorare per attuare il federalismo. Esso è alla base dell’Autonomia regionale, costituisce un’opportunità di sviluppo omogeneo ed necessario per attuare una politica di riforme che in Sicilia comincia a dare i suoi frutti, come ad esempio è accaduto per la sanità. Occorre anche che il governo nazionale non blocchi le risorse già destinate alle regioni e che sono necessarie per attuare tutto ciò”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684