Bando Eniac solo per candidati che partecipano via web - QdS

Bando Eniac solo per candidati che partecipano via web

Antonio La Ferrara

Bando Eniac solo per candidati che partecipano via web

giovedì 15 Luglio 2010 - 00:00

Per i soggetti giuridici di un qualsiasi Stato membro Ue o paese associato al VII Programma quadro. L’importo complessivo disponibile è di 85 mln €. Domande entro il 30 luglio

PALERMO – Nell’ambito del programma Ricerca e Innovazione VII Programma Quadro, sottoprogramma Cooperazione è stato pubblicato il bando Eniac sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 48/5 del 26 febbraio 2010.
L’impresa comune Eniac è stata creata al fine di attuare una comune Technology Initiative (JTI) nel settore della nanoelettronica, la componente principale di questa Itc (tecnologia dell’informazione e della comunicazione) è un programma di ricerca per migliorare ulteriormente l’integrazione e la miniaturizzazione dei dispositivi, e aumentare la loro funzionalità.
Per quanto concerne le attività da realizzare la Commissione europea ha scelto numerose tematiche che comprendono vari settori. Le tematiche comprese nel bando si riferiscono ai seguenti sottoprogrammi:
SP 1- Automotive & Transport;
SP2 – Wireless Communications;
SP3 – Energy Efficiency;
SP4 – Design Methods and Tools;
SP5 – Silicon Process and Integration;
SP6 – Equipment, Materials, and Manufacturing;
SP7 – Healthcare and the Aging Society
Le attività da svolgere includono:
• attività di ricerca e sviluppo tecnologico;
• dimostrazione od attività di sviluppo sperimentale, volte a dimostrare la fattibilità di nuove tecnologie che offrono un potenziale vantaggio economico, ma che non possono essere commercializzate direttamente;
• attività di gestione, collegando insieme tutti i componenti del progetto ed il mantenimento delle comunicazioni con l’impresa comune Eniac
• altre attività tra cui la diffusione e lo sfruttamento delle tecniche facendo riferimento al mercato.
Relativamente ai soggetti beneficiari, un contributo finanziario può essere concesso a qualsiasi soggetto giuridico stabilito in un qualsiasi Stato membro dell’Unione europea o paese associato al settimo programma quadro. L’importo complessivo disponibile per il bando ammonta a 84.940 milioni di euro (30.140 milioni di euro a carico dell’Eniac e 54,8 milioni di euro a carico degli Stati membri).
Per quanto riguarda le modalità di partecipazione, i candidati devono presentare un progetto completo in tutte le sue parti e redatto in lingua.
La presentazione di una bozza di progetto è obbligatoria per la presentazione di una proposta di progetto completa. Eventuali richieste potranno essere inoltrate al seguente indirizzo di posta elettronica: HTsupport@epss-fp7.orgTH o si potranno visitare i seguenti siti internet:
http://www.eniac.eu/ ,
http://www.eniac.eu/web/aeneas/aeneas_ex.php,
http://cordis.europa.eu/fp7/ncp_en.html.
Le proposte devono essere presentate per via elettronica, mediante la proposta Electronic Submission System (EPSS). A questo sistema si accede dal sito web di Eniac. Le proposte che arriveranno con qualsiasi altro mezzo non saranno considerate. Il termine di scadenza per la presentazione dei progetti è il 30 luglio 2010.

PALERMO – Nell’ambito del P.O.R. FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale) 2007 – 2013, è stato pubblicato il bando per la concessione delle agevolazioni in favore della ricerca, sviluppo ed innovazione previste dall’art 5 della legge regionale 16.12.2008, n. 23. Le azioni da effettuare sono finalizzate alla realizzazione di progetti prevalentemente di sviluppo sperimentale, che possono comprendere anche azioni di ricerca industriale e, in misura marginale, anche attività di ricerca fondamentale, se strettamente collegate al progetto.
Sono ammessi alle agevolazioni concesse sulla base del presente bando i seguenti soggetti: le imprese di tutte le dimensioni, ivi comprese le aziende sanitarie, le piccole e medie imprese, comprese le Microimprese, grandi imprese, esclusivamente in associazione con Pmi in ottica di distretto/filiera, operanti in tutti i settori della classificazione delle attività economiche Istat 2007; inoltre altri soggetti beneficiari sono università ed enti di ricerca di rilievo almeno nazionale e/o enti di ricerca regionali (istituiti o partecipati in misura maggioritaria dalla Regione) e/o soggetti comunque inquadrabili quali organismi di ricerca. La dimensione minima e massima del progetto, in termini di spese ammissibili, deve essere compresa tra gli estremi di euro 500.000,00 (cinquecentomila) ed euro 6.000.000,00 (sei milioni ). Per la concessione delle agevolazioni di cui al suddetto bando le risorse finanziarie disponibili sono pari a euro 53.559.367,00. Il termine ultimo per la presentazione del bando è il 30 settembre 2010.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684