Enna - Provincia: chiuso un anno difficile adesso si cerca maggiore stabilità - QdS

Enna – Provincia: chiuso un anno difficile adesso si cerca maggiore stabilità

Cinzia Nicita

Enna – Provincia: chiuso un anno difficile adesso si cerca maggiore stabilità

giovedì 06 Gennaio 2011 - 00:00

Tra gli impegni presi per il 2011 la valorizzazione di Pergusa, anche con l’aiuto dei privati. Il bilancio del presidente Monaco per il 2010 e gli obiettivi per l’anno in corso

ENNA – Un bilancio positivo per le attività portate avanti nell’ultimo anno di amministrazione, quello del presidente della Provincia regionale Giuseppe Monaco. Il tutto nonostante la consapevolezza di non poter essere appoggiato, nella sua azione amministrativa, da una maggioranza valida.
Nel bilancio di fine 2010 il presidente ha posto grande attenzione all’edilizia scolastica: sarà completato a breve l’iter amministrativo per l’istituzione dell’Its a indirizzo “Risparmio energetico", che una volta ottenuto l’accreditamento da parte del Ministero competente potrà operare già a partire dal prossimo anno scolastico. L’Istituto formerà professionalità che potranno trovare facile sbocco nell’ambito delle fonti energetiche alternative ed ecocompatibili, in tutto il territorio nazionale sono tre, compreso quello di Enna, gli istituti con questo indirizzo formativo. Il presidente Giuseppe Monaco ha, inoltre, avviato la statalizzazione dei due licei linguistici provinciali che si completerà tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012, quando la sede di Agira e quella di Enna diverranno un singolo istituto in sedi disgiunte. Il Ministero della Pubblica istruzione ha già accolto favorevolmente questa iniziativa e prenderà a suo carico le spese inerenti la direzione scolastica e le supplenze, apportando un risparmio per le cassa provinciali pari a 500 mila euro. Dopo 20 anni di abbandono, inoltre, sono in corso i lavori di messa in sicurezza definitiva dell’Istituto Dante Alighieri e proseguono celermente i lavori di consolidamento del Liceo classico Colajanni. Per quanto riguarda il Classico di Nicosia, invece, bisognerà attendere il via libera dei Vigili del fuoco, che controlleranno la sicurezza dello stabile con tutta probabilità consegnato a giorni.
Per il 2011 la Provincia regionale di Enna prevede di partecipare al bando Poin e ciò implicherà cospicui investimenti nel turismo, nei beni culturali, nel territorio e ambiente. Fra le realtà locali da seguire con attenzione c’è sicuramente Pergusa per il cui rilancio è necessaria la partecipazione di partner privati che abbiano voglia di investire nel territorio.
Un altro impegno da portare avanti durante l’ anno appena arrivato sarà quello di combattere affinché le ferrovie delle Stato, non escludano Enna e Caltanisetta come scalo ferroviario, migliorandone inoltre i servizi e le tempistiche.

Viabilità: le iniziative per garantire la sicurezza
ENNA – L’attività amministrativa dell’ultimo anno ha seguito in modo particolare il miglioramento di buona parte della rete viaria provinciale: 29 i contratti espletati e durante quest’anno si effettueranno degli interventi sulla Sp18 Agira-Nicosia, sulla Sp4 di Valguarnera e sulla Sp50 detta "strada delle valanghe". Buoni risultati anche per la strada provinciale 28 detta “Panoramica”, importante arteria stradale che garantisce una più fluida circolazione da e per Enna per la quale il Presidente Giuseppe Monaco ha assicurato di avere approvato il progetto che permetterà di poter usufruire di 6 mln e mezzo necessari per effettuare gli interventi di ripristino. Per la Sp22 Agira-Gagliano si lavorerà per la messa in sicurezza di un ponte sospeso in metallo, attualmente supportato solamente da un ponteggio di cantiere, per cui sono necessari circa 700 mila euro; per quanto riguarda la Nord-Sud, si è risvegliato un grande interesse per essa da parte dell’Anas.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684